“È una superpotenza”: come questa start-up tecnologica ucraina ha continuato a innovare da un rifugio antiaereo di Kiev

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp
"È una superpotenza": come questa start-up tecnologica ucraina ha continuato a innovare da un rifugio antiaereo di Kiev

Dopo otto mesi di guerra, i dipendenti della start-up ucraina Headway sono ormai abituati a lavorare dalla relativa sicurezza di un seminterrato quando le sirene dell’incursione aerea iniziano a ululare su Kiev.

“La gente viene in ufficio la mattina e se c’è aria [raid] allarme, prendiamo i nostri laptop e andiamo a 100 m al nostro rifugio antiaereo. Quindi ci connettiamo al Wi-Fi – abbiamo un Wi-Fi stabile lì – e lavoriamo da lì”, ha detto a Euronews Next Iryna Melnyk, Head of Product dell’azienda.

Gestire una start-up tecnologica educativa di successo a livello globale – la cui app di apprendimento di dimensioni ridotte è ora utilizzata da 15 milioni di persone in oltre 140 paesi – da un rifugio antiaereo è una realtà a cui il suo personale con sede a Kiev non ha avuto altra scelta che appoggiarsi.

Ma con l’avvicinarsi dell’inverno, si presentano nuove sfide personali e professionali per i dipendenti, inclusa la nuova norma delle interruzioni di corrente.

“C’è un problema con l’elettricità”, ha detto Melnyk. “I russi stanno attaccando il sistema elettrico dell’Ucraina e abbiamo blackout”.

La crescente regolarità degli attacchi missilistici sulle principali infrastrutture energetiche – centrali a , e idroelettriche, nonché le sottostazioni che le collegano alla rete nazionale – ha lasciato molte parti dell’Ucraina nell’oscurità e i senza riscaldamento.

“Abbiamo generatori in ufficio, quindi se non abbiamo elettricità in città, passiamo a questi generatori. Abbiamo elettricità. Abbiamo Wi-Fi. Acqua. Tutto ciò di cui abbiamo bisogno”, ha detto Melnyk.

Parlando con Euronews Next al Web Summit di quest’anno a Lisbona, il team di Headway faceva parte di un contingente di 59 aziende ucraine che rappresentavano il paese in guerra al più grande evento tecnologico d’Europa.

Il loro messaggio ai partecipanti è stato chiaro e unificato: che, nonostante la guerra in corso nel loro paese e le inevitabili sfide che presenta, l’Ucraina rimane aperta agli affari.

“Vogliamo che gli investitori investano nelle start-up ucraine perché siamo davvero sostenibili, anche attraverso tutte queste sfide e questa crisi. Siamo sostenibili e stiamo crescendo”, ha affermato Melnyk.

App di apprendimento che è diventata uno strumento per la sopravvivenza

E nonostante una pausa di due mesi nei progetti di ricerca e sviluppo, la guerra in Ucraina ha fatto ben poco per ostacolare la produttività dell’azienda.

Tra poche settimane, Headway lancerà prodotti sul mercato portoghese e nuove funzionalità di gamification in quello che segnerà un’altra pietra miliare significativa per un’azienda che ha solo tre anni.

Fondata nel 2019, la start-up ha registrato una crescita astronomica anno dopo anno, espandendosi da un team principale di tre a 160 dipendenti con uffici a Kiev, Londra, Nicosia e Varsavia.

Il servizio in abbonamento, iniziato inizialmente con contenuti in lingua inglese, è progettato per adattarsi alla vita in movimento.

Il concetto alla base della sua app di punta è una premessa molto semplice. Invece di guardare i video di TikTok durante i loro spostamenti quotidiani, ad esempio, gli utenti sono incoraggiati ad accedere ’app e ad imparare da soli giocando o guardando, leggendo e ascoltando riassunti curati dei libri più venduti al mondo.

“Quando è iniziata la guerra, abbiamo reso la nostra app gratuita per tutti in Ucraina. È ancora gratuita perché volevamo che le persone avessero accesso all’istruzione. Abbiamo anche creato contenuti che raccontano al mondo cosa sta succedendo in Ucraina e abbiamo reso questi contenuti gratuiti per tutto”, ha detto Melnyk.

Oltre a continuare a offrire i suoi normali servizi, l’azienda ha introdotto riepiloghi in-app dei resoconti dei media globali sulla situazione in atto nel paese, per tenere informati i suoi utenti.

Gli sviluppatori dell’app hanno anche messo insieme quella che sarebbe diventata un’ancora di salvezza per molti ucraini che cercano di sopravvivere agli attacchi missilistici e ai bombardamenti.

“Abbiamo creato dei contenuti per gli ucraini. comportarsi in caso di pericolo, ad esempio. Cosa portare al rifugio antiaereo, perché nelle primissime settimane non c’erano molte informazioni al riguardo”, ha raccontato Melnyk.

“Abbiamo raccolto le informazioni e le abbiamo pubblicate nella nostra app. Quindi, l’app è gratuita per gli ucraini e possono accedere a questo importante contenuto. Può salvargli la vita”.

La ricchezza di contenuti messi a disposizione dei cittadini ucraini assediati attraverso l’app è in continua espansione, con risorse su come prendersi cura della propria ora disponibili.

Anticipare l’invasione della Russia

Nei giorni che hanno preceduto la cosiddetta “operazione speciale” della Russia, Headway si è preparata a quella che molti nel paese prevedevano come un’inevitabile azione ostile da parte del suo vicino.

“Una settimana prima dell’inizio della guerra, sapevamo che sarebbe successo qualcosa e abbiamo iniziato a creare un piano di emergenza, quindi abbiamo prenotato un hotel e alcuni autobus perché sapevamo che volevamo salvare la nostra gente e spostarla in un luogo sicuro oltre alla loro famiglie”, ha detto Melnyk.

“Quindi, abbiamo creato questo piano di emergenza e il 24 febbraio abbiamo preso questo piano e abbiamo agito”.

In due giorni, l’azienda ha sradicato con successo l’intera attività, trasferendo i suoi di Kiev e le loro famiglie fuori dalla capitale in aree più sicure nell’Ucraina occidentale o in Polonia. Ma non è stato senza difficoltà.

“La prima settimana è stata molto, molto complicata”, ha ricordato.

“Era difficile concentrarsi, lavorare, ma avevamo dei processi davvero buoni anche se le persone si muovevano ea volte non avevamo Internet. Ma il business era comunque molto sostenibile”.

Molti dipendenti ora lavorano in remoto da casa utilizzando strumenti di videoconferenza per tenersi in contatto con i colleghi.

A volte, questo ha significato prendere le dovute precauzioni. Alcuni membri del personale dell’azienda hanno iniziato a lavorare dai loro bagni – solitamente privi di finestre e al centro dell’ – per avere una maggiore protezione da vetri volanti e caduta di murature in caso di urto della loro casa da parte di un missile.

La lungimiranza di Headway nel fare i preparativi per proteggere i suoi dipendenti dal pieno impatto dell’invasione l’ha probabilmente messa in una posizione migliore per aiutare anche gli altri.

“Penso che abbiamo preso delle decisioni davvero buone sulle infrastrutture e siamo nel 10% più ricco di coloro che erano ben preparati”, ha detto Melnyk.

“In realtà l’azienda è davvero ben preparata perché altre aziende – i nostri amici – che lo hanno saputo, sono venute nel nostro ufficio quando non c’è elettricità e gli diamo un po’ di spazio in cucina perché possano venire a lavorare”.

Gli obiettivi futuri di Headway

Quando ha parlato con Euronews Next a Lisbona, Melnyk è rimasta fiduciosa in una vittoria dell’Ucraina contro la Russia nonostante il futuro incerto che ci attende. Ma cosa significa questo per Headway e per il settore tecnologico ucraino nel suo insieme?

“L’ecosistema tecnologico ucraino è molto unito in questo momento”, ha affermato.

“Quando qualcuno non ha elettricità o ha dei problemi, possiamo aiutare. Se abbiamo dei problemi, possiamo semplicemente chiedere aiuto ad altre aziende. È davvero fantastico. È difficile; è un momento difficile, ma fantastico per questa unità “.

Come parte dei suoi sforzi per sostenere il settore, Headway continua ad assumere lavoratori tecnologici che sono stati sfollati o hanno perso il a causa della guerra. Sta inoltre proseguendo i suoi progetti di ricerca e sviluppo per innovare ulteriormente nel campo edtech.

“Stiamo pianificando di sviluppare la nostra app principale con funzionalità di ludicizzazione e personalizzazione per renderla più divertente e facile da usare”, ha spiegato Melnyk. “Quindi, abbiamo la strategia per espandere questo contenuto facile. Poiché leggere non è facile per tutti, vogliamo renderlo divertente”.

Headway ha anche l’ambizione di espandere la portata dei suoi prodotti, incluso l’ingresso in nuovi con contenuti in portoghese, tedesco e giapponese. Soprattutto, l’azienda è determinata a essere una delle storie di successo dell’Ucraina nonostante i combattimenti in corso.

“È come una superpotenza”, ha detto Melnyk a proposito delle sfide che la guerra sta ponendo alle aziende tecnologiche come la sua.

“Siamo ancora forti. Stiamo lavorando. Siamo concentrati. Vogliamo che gli investitori vengano in Ucraina e investano in start-up ucraine”, ha aggiunto.

“Vogliamo che le persone continuino a crescere perché l’istruzione è al centro del successo futuro di un mondo senza guerre”.

Image:Getty Images

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

ultime News

ti potrebbe interessare