Perché le vitamine D3 e K2 sono partner perfetti per aumentare la salute delle ossa e del cuore

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp
le vitamine sono vitali per il corpo

La stagione invernale richiede di prendere il sole. Ma c’è un ingrediente segreto insieme alla luce solare che rende la vitamina D più potente. Bene, sappiamo tutti che l’esposizione alla luce solare aiuta a produrre vitamina D dall’organismo. La è un tipo di vitamina D essenziale per aumentare l’assorbimento del . Se combinato con la vitamina K2, può fare miracoli. La vitamina D3 e K2 hanno molti benefici, quindi siediti, rilassati e goditi un bel bagliore baciato dal sole!

Nel corso degli anni, gli scienziati hanno lavorato sulla combinazione di vitamina D3 e K2 e sui loro benefici.

Vitamina D3 e K2: l’effetto “Batman e Robin”.

Il nutrizionista delle ritiene che queste due D3 e K2 abbiano un effetto “Batman e Robin”: sono buone da sole, ma sono ancora meglio insieme quando lavorano insieme. Vedendo i vantaggi, ha deciso di condividere alcuni fatti sul dinamico duo su Instagram.

Le vitamine D3 e K2 migliorano l’aborto e l’uso del calcio nel corpo

Entrambe le vitamine sono liposolubili e si uniscono per metabolizzare il calcio nel tuo corpo attivando proteine ​​utili. La vitamina D3 aiuta a migliorare l’assorbimento del calcio. Per quanto riguarda la vitamina K2, assegna dove può essere utilizzato quel calcio.

Il dottor Ron Hunninghake, MD ha scritto per la Riordan Clinic che il calcio è un minerale necessario per una buona salute, ma la ricerca ha dimostrato che un’assunzione eccessiva di calcio, in particolare gli integratori di calcio, può danneggiare il corpo.

Il calcio aggiuntivo deve essere utilizzato correttamente o può apparire nei posti sbagliati e portare a malattie. La vitamina D può portare a un eccessivo assorbimento di calcio, con conseguente interferenza con la normale funzione cardiaca e renale e deposizione tissutale. Il calcio viene assorbito e diretto verso funzioni sane nel corpo utilizzando la vitamina K2 in combinazione con D3.

Le vitamine sono vitali per il corpo. Cortesia dell’immagine:
Shutterstock

Le vitamine D3 e K2 possono aiutare a ridurre il rischio di sviluppare l’

Prendere le due vitamine insieme può aiutare a ridurre il rischio di sviluppare condizioni come l’osteoporosi o altre malattie come disturbi renali o cardiaci. Ma questo deve essere supportato da ulteriori studi e ricerche.

Secondo la National Library Of Medicine, in Giappone è stato stabilito che il trattamento con 1 alfa-idrossivitamina D3 riduce leggermente il ricambio osseo. Sostiene la densità minerale ossea lombare (BMD) e previene le fratture vertebrali osteoporotiche nelle donne in postmenopausa con osteoporosi.

La vitamina K2 (menatetrenone) invece, potenzia la gamma-carbossilazione dei residui ossei di acido glutammico e la secrezione di osteocalcina. Inoltre sostiene la densità minerale ossea lombare e previene le fratture osteoporotiche nei pazienti con osteoporosi.

Tempo di quiz: I tuoi livelli di vitamina D sono a posto? Scoprilo con questo quiz

Un basso stato di vitamina K può aumentare il rischio di malattie cardiovascolari

Secondo Current Nutrition Reports, studi osservazionali suggeriscono che un basso stato di vitamina K, misurato da elevate concentrazioni di gla della matrice non carbossilata defosforilata, ha un ruolo potenziale nello sviluppo di malattie cardiovascolari. È specificamente nelle popolazioni di croniche e ad alto rischio.

Quali sono alcune ?

Le verdure a foglia verde sono una buona fonte di vitamina K, che si trova anche nella carne, nel fegato, nel latte e nel tuorlo d’uovo, secondo la Food and Drug Administration.

Se sei vegetariano o se ti piace di più la carne e non includi molte verdure nella tua dieta, puoi pensare di assumere un integratore di vitamina K2. MK-7 è considerato il superiore dei due sottotipi di K2. MK-4 è l’altro sottotipo.

Secondo Pooja Makhija, gli studi indicano che una dose di 90-100 mcg al giorno è una buona dose per iniziare, per godere dei benefici del K2.

Ma ha detto che ci sono alcune prove che suggeriscono che l’assunzione di più di 50 mcg di MK-7 non è raccomandata per coloro che assumono fluidificanti del sangue.

Dai un’occhiata al suo post su Instagram proprio qui!

Vitamina K e anticoagulanti

Devi stare attento a non esagerare con la vitamina K se hai un problema cardiaco e prendi fluidificanti del sangue come il warfarin.

Secondo la Cleveland Clinic, i fluidificanti del sangue sono generalmente prescritti dai medici a persone che sono a rischio di sviluppare coaguli di sangue dannosi.

Il cardiologo Leslie Cho, MD, ha affermato che se aumenti improvvisamente l’assunzione di vitamina K nella tua dieta, può diminuire l’effetto del warfarin.

Ha detto che questo accade poiché la vitamina è una parte importante del processo chimico per la formazione di coaguli di sangue nel corpo di una persona.

Image:Getty Images

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

ultime News

ti potrebbe interessare