Quanto costa far funzionare i tuoi elettrodomestici? Ecco dei semplici consigli per risparmiare

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp
Quanto costa far funzionare i tuoi elettrodomestici?  Ecco dei semplici consigli per risparmiare

La crisi energetica sta colpendo duramente i budget dei consumatori. Tra l’impennata dei prezzi del e un aumento del costo della vita in generale, molte famiglie sono diventate sempre più preoccupate per le bollette energetiche.

La famiglia media europea vedrà un aumento del costo della vita di circa il 7% quest’anno, rispetto a quanto previsto all’inizio del 2021, secondo Fondo Monetario Internazionale (FMI) stime.

Ciò riflette l’effetto diretto dell’aumento dei prezzi dell’ e il loro trasferimento ad altri beni e servizi, afferma l’organizzazione.

Le cose hanno raggiunto un nuovo minimo nel la scorsa settimana, con l’autorità di regolamentazione dell’energia Ofgem che ha alzato il tetto massimo del prezzo dell’energia dell’80% a £ 3.549 (€ 4.098) all’anno per la famiglia media da ottobre, in un duro colpo per i consumatori già in difficoltà.

In questo contesto, piccole azioni spegnere gli elettrodomestici a sono sminuite da fattori più ampi che sfuggono al controllo del consumatore medio, ma anche le azioni in casa sono sempre più al centro delle loro menti, poiché le persone cercano di far fronte all’aumento del costo della vita .

Con il forte aumento dei prezzi dell’energia, vale la pena sapere dove potresti essere in grado di risparmiare.

Diamo un’occhiata a come viene utilizzata l’energia in una tipica casa, quali elettrodomestici consumano più energia e quanto potrebbero costarti.

Dove va il tuo consumo di energia?

Prima di tutto, vale la pena capire un po’ come viene normalmente allocato il consumo di energia in una famiglia media.

Ad esempio, il riscaldamento è di gran lunga il maggiore utilizzo di energia per le famiglie nell’. Al contrario, l’energia utilizzata per cose come tenere le luci accese o per cucinare rappresenta una frazione molto più piccola della torta in confronto.

Nel 2020, il principale utilizzo di energia da parte delle famiglie nell’UE è stato per il riscaldamento delle abitazioni (62,8% del consumo finale di energia nel settore residenziale), secondo Eurostatl’ufficio statistico dell’Unione europea.

Presi insieme, il riscaldamento degli ambienti e l’acqua rappresentavano il 77,9 per cento dell’energia finale consumata dalle famiglie.

Al contrario, l’elettricità utilizzata per l’illuminazione e la maggior parte degli elettrodomestici rappresentava il 14,5 per cento (questo esclude l’uso dell’elettricità per alimentare i principali sistemi di riscaldamento, raffreddamento o cottura).

I principali dispositivi di cottura assorbivano il 6,1% del consumo energetico domestico, mentre il raffreddamento degli ambienti copriva lo 0,4%.

Quindi, vale sicuramente la pena pensare a come isolare meglio la tua casa per ridurre al minimo la perdita di calore o abbassare il termostato.

Anche abbassare il riscaldamento di 1 grado Celsius può comportare risparmi energetici e sui costi (circa £ 128 (€ 148) all’anno, secondo una stima degli esperti di energia sul sito di confronto dei prezzi uSwitch.

L’isolamento professionale della tua casa aiuta a ridurre la perdita di calore, ma anche piccoli accorgimenti per isolare la tua casa, come le fessure antivento, potrebbero potenzialmente farti risparmiare £ 45 (€ 52) in un anno, secondo l’Energy Saving Trust del Regno Unito.

Le case possono perdere un po’ di calore attraverso correnti d’aria intorno a porte e finestre, fessure intorno al o attraverso il camino.

Le basi dell’organizzazione i suoi calcoli di risparmio in una tipica casa con tre camere da letto riscaldata a gas in , utilizzando un prezzo del gas di 7,4 p/kWh e un prezzo dell’elettricità di 28,3 p/kWh (basato sul prezzo massimo di aprile 2022).

Tecnologie come termostati intelligenti e contatori intelligenti possono anche rendere più facile assicurarti di non riscaldare una casa vuota e aiutarti a vedere effettivamente dove stai utilizzando più energia.

Apparecchi che assorbono energia

Sebbene il riscaldamento rappresenti di gran lunga la maggior parte del consumo energetico di una famiglia tipica, può anche essere utile sapere dei tuoi dispositivi domestici consuma più energia.

In cima alla lista ci sono lavatrici, lavastoviglie e asciugatrici, che rappresentano il 14% di una tipica bolletta energetica, secondo l’Energy Saving Trust.

Anche in questo caso c’è un legame con il riscaldamento, poiché la potenza necessaria per riscaldare l’acqua utilizzata da questi elettrodomestici fa aumentare i consumi, rendendoli elettrodomestici affamati di energia, afferma l’organizzazione.

Esso stime che una lavatrice da 7 kg usata 220 volte l’anno costerà in genere tra £ 25 e £ 35 (€ 29 a € 40) all’anno per funzionare.

È possibile risparmiare utilizzando la lavatrice con maggiore attenzione, afferma l’organizzazione.

Suggerisce di utilizzare la lavatrice con un ciclo di 30 gradi anziché a temperature più elevate e di ridurre l’utilizzo della lavatrice di una corsa alla settimana per un anno.

Elettrodomestici da , tempo doccia

Poi ci sono frigoriferi e congelatori, che secondo l’Energy Saving Trust rappresentano circa il 13% della bolletta energetica di una famiglia media.

Poiché questi elettrodomestici rimangono sempre accesi e sono tra gli elettrodomestici più duraturi in casa, c’è un grande vantaggio nell’investire in versioni a risparmio energetico.

Nel frattempo, circa il 4% della bolletta energetica viene speso per alimentare gli elettrodomestici da cucina, inclusi piano cottura, forno, bollitore e microonde, afferma l’organizzazione.

Si consiglia di considerare l’utilizzo di un forno a microonde, che può essere più efficiente dei forni in cottura, poiché riscaldano solo il cibo e non l’intercapedine d’aria all’interno.

Passando al bagno, mantenere il tempo della doccia a soli 4 minuti potrebbe anche far risparmiare una tipica famiglia britannica di £ 70 (€ 81) all’anno sulle bollette energetiche, secondo i calcoli dell’Energy Saving Trust.

Affronta la “fuga fantasma” dell’elettronica dei vampiri

Un altro piccolo passo verso il controllo del consumo di energia è affrontare l'”elettronica dei vampiri”: apparecchi lasciati in standby che assorbono energia anche quando non sono in uso. L’Energy Savings Trust stima che le famiglie britanniche possono risparmiare circa £ 55 (€ 64) all’anno ricordandosi di spegnere gli elettrodomestici in modalità standby.

E secondo il fornitore di energia British Gas, i dispositivi per vampiri assorbono circa 2,2 miliardi di sterline (2,5 miliardi di euro) all’anno dalle famiglie britanniche.

L’organizzazione fornisce alcuni suggerimenti per affrontare questo problema: spegnere i dispositivi dalla rete invece di passare alla modalità standby quando non sono in uso e quando si acquista un nuovo prodotto, provare a selezionarne uno che abbia un basso consumo energetico in standby .

Image:Getty Images
Fonte: EuroNews ( Quanto costa far funzionare i tuoi elettrodomestici? Ecco dei semplici consigli per risparmiare
)

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

ultime News

ti potrebbe interessare