I lavoratori in Belgio possono ora passare a una settimana di quattro giorni, ma non lavoreranno meno ore

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp
I lavoratori in Belgio possono ora passare a una settimana di quattro giorni, ma non lavoreranno meno ore

I lavoratori in hanno ora diritto a una settimana di quattro giorni, ma coloro che la accettano non lavoreranno di meno.

Il regolamento, che è stato redatto dal belga nel febbraio di quest’anno, è entrato in vigore lunedì (21 novembre), durante le prove settimanali di quattro giorni in corso in paesi e organizzazioni.

Ma a differenza della maggior parte dei progetti in cui i lavoratori vengono pagati lo stesso importo per lavorare meno ore, i lavoratori belgi che scelgono l’opzione di quattro giorni settimanali dovranno lavorare lo stesso numero di ore durante la settimana.

Rende il Belgio il primo paese dell’ – e solo il terzo al mondo, dopo Islanda e – a introdurre formalmente la settimana lavorativa di quattro giorni come opzione per i suoi lavoratori.

Cosa cambierà?

La settimana lavorativa belga di quattro giorni è diversa dalla maggior parte delle altre prove della settimana lavorativa di quattro giorni introdotte in paesi come il Regno Unito e gli Stati Uniti.

Tutti i dipendenti in Belgio, indipendentemente dal fatto che lavorino nel settore pubblico o privato, potranno scegliere di lavorare nove ore e mezza al giorno per quattro giorni o otto ore al giorno per cinque giorni.

Ciò significa che manterranno essenzialmente la stessa quantità di , ma avranno la libertà di decidere di gestire giornate lavorative più lunghe per soli quattro giorni alla settimana.

La mossa era in preparazione da mesi, con il primo ministro Alexander de Croo che ha annunciato il nuovo pacchetto di misure per l’occupazione a febbraio, quando ha dichiarato di sperare che la settimana lavorativa di quattro giorni avrebbe reso un po’ più flessibile il notoriamente rigido mercato del lavoro belga.

“Abbiamo vissuto due anni difficili. Con questo accordo diamo un segnale per un’economia più innovativa, sostenibile e digitale. L’obiettivo è riuscire a rendere più forti le persone e le imprese”, ha detto in occasione della presentazione pacchetto di riforma.

Ha anche aggiunto che il nuovo modello dovrebbe creare un’economia più dinamica.

“L’obiettivo è dare alle persone e alle aziende più libertà di organizzare il proprio orario di lavoro”, ha affermato. “Se confronti il ​​nostro Paese con gli altri, spesso vedrai che siamo molto meno dinamici”.

Ma secondo i locali, datori di lavoro e dipendenti non stanno esattamente salutando questa nuova opzione. Le aziende temono che la nuova settimana lavorativa “ristretta” possa portare problemi organizzativi, mentre i temono che significherà semplicemente un carico di lavoro maggiore per i dipendenti per il resto della settimana.

Una settimana di prova di quattro giorni in corso nel Regno Unito – in cui i lavoratori lavorano il 20% in meno per lo stesso importo di retribuzione – è stata salutata come un successo a metà percorso da alcune delle aziende partecipanti.

Circa 70 aziende britanniche e oltre 3.300 dipendenti si sono finora iscritte al programma, che si concluderà alla fine del mese.

Programmi simili sono stati avviati in , Stati Uniti, , Australia e Nuova Zelanda.

Image:Getty Images

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

ultime News

ti potrebbe interessare