Expo City Dubai: la prima città da 15 minuti degli Emirati Arabi Uniti e una città intelligente per il futuro

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp
Expo City Dubai: la prima città da 15 minuti degli Emirati Arabi Uniti e una città intelligente per il futuro

Dubai ha chiuso in modo spettacolare i battenti dopo sei mesi di benvenuto al ’evento internazionale, il primo per un paese arabo. A differenza di una serie di precedenti siti dell’Expo mondiale, lo spirito e l’eredità continueranno a vivere, poiché l’ex area espositiva si trasformerà in una del futuro.

Città dell’Expo Dubai

Che cos’è esattamente Expo City Dubai? Il Chief Development and Delivery Officer, Ahmed Al Khatib, spiega il concetto,

“È una combinazione di , intrattenimento, un nuovo modo di lavorare, esperienza lavorativa e, solo per non parlare del fatto che la quantità di richiesta da parte delle organizzazioni di venire e trasferirsi è estremamente buona. Molte persone vengono qui effettivamente per combaciare con la visione e con quello che stiamo cercando di realizzare. Da qui a fine anno tutti i padiglioni dovrebbero essere aperti, ovviamente il contenuto sarà diverso”.

Cosa può offrire Expo City

Molti dei padiglioni rimarranno e saranno riproposti con una varietà di idee e sviluppi da centri culturali e università a consolati e ristoranti. I funzionari dell’Expo stanno studiando attentamente ogni proposta per allinearla alla visione della città. La città sostenibile incentrata sull’uomo coprirà 1083 acri. L’80% del sito sarà riutilizzato. Visitatori e residenti potranno godere di dieci chilometri di piste ciclabili, una pista da jogging di 5 km e 45.000 metri quadrati di giardini e parchi. Quando è aperto al pubblico, i visitatori apprezzeranno le precedenti attrazioni come i padiglioni Terra e Alif, il Surreal Water Feature, Garden in the Sky, F&B Options e l’unico del sito.

Paul Bridger è il Chief Operating Officer di Rove Hotels e parla dell’impatto dell’evento Expo e di cosa accadrà in futuro.

“L’evento Expo in sé è stato una cosa così grande per questa parte del mondo che con l’80% del patrimonio immobiliare rimasto mentre avanziamo da ottobre in poi, penso che tu possa ancora vivere quell’evento ma anche vederlo evolversi. E io Penso che le persone fossero molto legate a questo quartiere durante l’evento Expo. Questo hotel era semplicemente straordinariamente affollato. Da allora, è stato un po’ più tranquillo. Abbiamo accolto molte persone che sono venute durante l’estate solo per vedere la zona e per vedere cosa sta succedendo. E penso che a ottobre non vediamo l’ora di vedere riaprire le attrazioni. La destinazione è stata riaperta e molte start-up e anchor tenant verranno nella zona”.

Il centro espositivo continuerà a funzionare qui all’Expo City Dubai e ospiterà eventi globali come la COP 28 nel 2023. Inoltre, tutta una serie di Aziende Fortune 500così come le aziende locali stanno lavorando per aprire i loro uffici qui, insieme a DP World e Siemens.

Una città intelligente

La comunità imprenditoriale godrà di un ecosistema appositamente curato che vanta tecnologie 5G e IoT, come spiegato dal dottor Ling Shao, capo scienziato del Gruppo Terminus e presidente di Terminus International.

“Expo City sarà una città intelligente, giusto? Quindi è come un grande parco giochi per diverse tecnologie legate all’IA, tra cui la visione artificiale, l’elaborazione del linguaggio naturale, l’apprendimento automatico e l’interazione uomo-computer. Tutte queste tecnologie possono essere utilizzate in uno scenario di città intelligente o giù di lì. Ecco perché molte aziende tecnologiche altamente avanzate avranno sede a Expo City per a Expo City e contribuire allo sviluppo”.

I primi quindici minuti della città

Chi sceglierà di fare di Expo Village la propria casa potrà vivere e lavorare nella prima città di 15 minuti degli Emirati Arabi Uniti, con quartieri collegati da passerelle pedonali e percorsi per veicoli autonomi.

Rebecca Elyse Roffe è una consulente per le vendite immobiliari di Better Homes e afferma di aver ricevuto richieste per case di tutte le nazionalità e persone di tutti i ceti sociali.

“Quindi Expo City si trova a Dubai Sud, che è la città più recente in come parte di Dubai. Dubai South sarà un’area più grande di Hong Kong quando sarà completata. I residenti di Dubai sono sempre i primi ad adottare e sempre molto entusiasti di nuove idee e concetti. Quindi questa idea della città di 15 minuti è la prima del suo negli Emirati Arabi Uniti. Quindi abbiamo già avuto molte persone molto interessate a saperne di più. Abbiamo davvero ricevuto richieste da persone di tutte le nazionalità, di tutti i diversi ceti sociali. Gli Emirati locali che sono nati qui e hanno vissuto qui per tutta la vita sono ancora interessati a vivere nella città di 15 minuti. Le persone che si trasferiscono per la prima volta negli Emirati Arabi Uniti e forse non hanno mai vissuto fuori dal Paese sono interessate. Le persone sono davvero eccitate dall’idea che il 90% delle loro attività quotidiane possono completare in 15 minuti con una piccola passeggiata o un dalle loro case”.

Mentre la magia di Expo 2020, Dubai e la sua eredità di grande impatto sopravvivono, molti attendono con impazienza il suo enorme potenziale come città del futuro e, a sua volta, a beneficio delle generazioni per gli anni a venire.

Image:Getty Images

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

ultime News

ti potrebbe interessare