Cuba ora ha un visto turistico di 90 giorni, ecco cosa vedere mentre sei lì

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp
Cuba ora ha un visto turistico di 90 giorni, ecco cosa vedere mentre sei lì

Non c’è mai stato momento migliore per esplorare le meraviglie naturali di Cuba. Per incoraggiare più turisti a visitare l’isola caraibica e rimanere più a lungo, il paese ha esteso il visto turistico a 90 giorni.

Un emozionante mix di e modernità, Cuba è stato classificato come il quinto paese più sostenibile al mondo dall’indice di sviluppo sostenibile.

Come risultato del suo isolamento dall’inizio dell’embargo commerciale degli Stati Uniti nel 1961, i ricchi habitat naturali di Cuba sono stati molto ben conservati e ora offrono a residenti e turisti la possibilità di esplorare alcuni ecosistemi davvero unici.

Ma per preservarli anche per le generazioni future è importante essere un turista responsabile e rispettare i fragili ecosistemi che si visitano. Quindi, se vuoi esplorare Cuba‘s parchi nazionali, foreste, paludi e montagne, come puoi farlo in modo sostenibile?

Come posso essere un turista sostenibile a Cuba?

Seduta nel punto d’incontro tra il Golfo del , il Mar dei Caraibi e l’Oceano Atlantico, Cuba ha ecosistemi senza pari. Dalle zone umide e mangrovie, alle barriere coralline e alle montagne, il paese è ricco di biodiversità, con molte specie rare endemiche dell’isola.

Uno dei modi più semplici per essere sostenibile a Cuba è scegliere locale. Assicurati di prenotare il tuo con un’agenzia di viaggi ecologici che abbia una forte politica di sostenibilità o, se prenoti tu stesso, scegli un’ a conduzione familiare.

Soggiornare in una pensione locale è probabilmente molto più ecologico che soggiornare in una grande albergoe prendere i mezzi pubblici o andare in bicicletta per la città significa che è più probabile che tu incontri anche gente del posto.

Rimanere locale significa anche che i tuoi soldi andranno nell’ locale e sosterranno la comunità, mentre mangiare regionale significa che imparerai anche di più sulla cultura dell’isola.

Quando si tratta di fare le valigie per il viaggio, assicurati di mettere in valigia il maggior numero possibile di oggetti riutilizzabili e non dimenticare la crema solare ecologica in modo che anche le barriere coralline siano protette.

Esiste l’ecoturismo a Cuba?

Aiutare in una fattoria o soggiornare in un eco- locale è un ottimo modo per essere coinvolti nei magnifici paesaggi naturali di Cuba e immergersi nella comunità.

I resort ecoturistici offrono ai visitatori la possibilità di circondarsi della e magari anche di essere coinvolti anche nell’azienda agricola di famiglia.

Ecovillaggio Las Terrazas

Las Terrazas, un ecovillaggio a solo un’ora di viaggio da L’Avana, è una delle comunità ecologiche più antiche di Cuba. Fondato nel 1971, il villaggio è stato costruito su un ex sito di disboscamento che era enormemente impoverito. Ma dopo un enorme progetto di riforestazione, il sito è ora un fiorente villaggio dove la natura è stata riportata al suo antico splendore grazie al duro lavoro della comunità.

Dotato di un hotel a 4 stelle e di un eco-ristorante, i turisti possono essere coinvolti nella fattoria locale, oltre a dedicarsi ad alcune attività basate sulla natura come il birdwatching e il trekking.

Villa Paradiso, Baracoa

Altro turismo sostenibile progetto è Villa Paradiso a Baracoa. Situato nella Cuba orientale rurale, qui troverai una “casa particular”, una casa di famiglia che affitta stanze ai viaggiatori. Circondato da montagne e foreste tropicali, puoi immergerti nel paesaggio locale mentre esplori la unica di Baracoa.

Fondata dai coloni spagnoli nel XVI secolo, Baracoa è il luogo della resistenza indigena contro il colonialismo europeo, con il movimento di resistenza dei Taino che ha avuto inizio qui. Al giorno d’oggi, puoi trovare una statua del capo Taino Hatuey nel più grande parco di Baracoa.

Mentre sei qui assicurati di visitare il Parco Nazionale Alexander Humboldt, patrimonio mondiale dell’UNESCO per alcuni splendidi esempi di flora e fauna rare.

Ovunque tu scelga di soggiornare, prolungando il tuo viaggio fino a tutti i 90 giorni ora disponibili, contribuirai ad investire in questo paradiso della biodiversità.

Image:Getty Images

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

ultime News

ti potrebbe interessare