Dermatite atopica: 5 miti sfatati da un dermatologo

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp
dermatite atopica

Quanto ne capisci sulla Dermatite Atopica (AD)? La maggior parte delle persone pensa che questa sia una normale allergia cutanea, o forse solo i bambini la sperimentano. Ma lo sapevate che mentre la dermatite atopica viene diagnosticata principalmente durante l’infanzia, si stima che un adulto su quattro con la manifesti l’insorgenza dei sintomi iniziali dopo i 18 anni? La maggior parte delle persone che vivono con questa condizione di solito guarisce dalla condizione entro l’età adulta. Tuttavia, dal 10 al 30 per cento dei bambini continua a soffrire fino alla vita adulta. Pertanto, è essenziale sfatare i miti della dermatite atopica per una cura ottimale e per migliorare la .

5 miti comuni sulla dermatite atopica

Conosciuta anche infiammatorio cronico, la dermatite atopica è caratterizzata da pelle secca e pruriginosa che trasuda o trasuda liquido chiaro quando viene graffiata. Ecco un elenco di 5 miti comuni di cui dovresti essere a conoscenza:

1. Il prurito della pelle non è un grosso problema:

Potrebbe non sembrare un grave problema per la pelle quando una persona ha la pelle secca e pruriginosa che viene con l’AD. Tuttavia, tende a crescere nel tempo e causare danni a lungo termine alla pelle. Ci sono diversi studi che suggeriscono che circa il 90% dei pazienti con AD sperimenta prurito quotidiano. Oltre a influenzare la qualità della vita, la dermatite atopica può causare ansia, depressione, altre comorbidità e persino suicidio, a seconda della gravità.

2. La dermatite atopica è un altro nome per l’eczema:

Eczema è un termine generale che copre molte condizioni che causano un’eccessiva irritazione della pelle. La dermatite atopica, tuttavia, è la forma più comune, dolorosa e non riconosciuta di eczema. È ancora sottodiagnosticato e sottotrattato in India. A livello globale, colpisce dal 15 al 20% della popolazione pediatrica, mentre in India colpisce circa il 20% della popolazione.

L’AD è un tipo comune di eczema. per gentile concessione: Shutterstock

3. Guarirà da solo:

L’AD è una delle malattie infiammatorie della pelle più diffuse ma atroci. La maggior parte delle persone sperimenta un’eruzione cutanea pruriginosa da dermatite atopica da moderata a grave che può coprire la maggior parte del corpo. Le persone con AD possono anche provare dolore, screpolature, stillicidio, arrossamento e formazione di croste. Il rischio è maggiore tra le persone che vivono con AD inadeguatamente controllato che richiede un trattamento pianificato.

I farmaci da banco possono aiutare a lenire la pelle per un breve . Tuttavia, non avranno effetto sul prurito eccessivo che porta all’ o alla causa di grave AD.

Se le eruzioni cutanee sono frequenti o in aumento sul corpo, è meglio consultare un dermatologo. Il trattamento e la gestione dell’AD dipendono dalla gravità della malattia. Implica evitare i fattori scatenanti, un’adeguata e farmaci per l’infiammazione. Potrebbero essere necessarie opzioni terapeutiche come immunosoppressori e farmaci biologici, disponibili a livello globale per i pazienti affetti da forme di AD di grado moderato-grave, anche se costose.

Leggi anche: Dermatite atopica: un esperto risponde alle domande frequenti su questa condizione cronica della pelle

consigli sulle infezioni della pelle
Evita lunghe docce calde Fai queste cose se hai la dermatite atopica. Immagine per gentile concessione: Shutterstock

4. L’eczema colpisce solo i bambini:

Sebbene la dermatite atopica sia spesso diagnosticata nei bambini e mostri sintomi in tenera età, oltre il 40% degli adulti soffre di AD da moderato a grave. Stress, , cibo, bassa o alta umidità e lunghe docce calde sono tra i fattori che potrebbero scatenare l’AD negli adulti. Pertanto, è essenziale ascoltare i segnali di pericolo e consultare un dermatologo prima che il prurito e le eruzioni cutanee diventino gravi. La chiave per controllare l’AD è diagnosticarla precocemente e iniziare il trattamento il prima possibile.

5. La dermatite atopica è contagiosa:

L’AD non è in nessun caso una malattia contagiosa, o non si può essere infettati, sia per contatto con la pelle che per altro. La familiare o le allergie pregresse, la febbre da fieno o l’asma, che sono genetiche, sono associate alla dermatite atopica.

È una preoccupazione crescente perché non c’è abbastanza consapevolezza sulla malattia. La dermatite atopica può essere controllata e trattata con successo con un’adeguata consultazione da parte dei dermatologi insieme a cambiamenti nello stile di vita per controllarne la gravità.

Image:Getty Images

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

ultime News

ti potrebbe interessare