Come si sta preparando il settore sanitario dell’UE alla rivoluzione digitale?

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp
Come si sta preparando il settore sanitario dell'UE alla rivoluzione digitale?

La gioca un ruolo centrale nelle attività mediche. Tuttavia, il settore della tecnologia sanitaria è frammentato in , soprattutto quando si tratta di regole, terminologia e standard operativi in ​​tutto il continente.

La conseguenza? Le imprese che vendono i macchinari hanno una capacità limitata di operare nell’ambito di un unico.

Uno standard europeo

‘Integrating the Healthcare Enterprise’ è tra le iniziative che aiutano il settore sanitario a connettersi meglio con il mercato. IHE aiuta a fornire specifiche e informazioni che consentono a medici, e pazienti di condividere le informazioni tra loro.

L’obiettivo principale di IHE non è quello sviluppare standard fondamentali, ma a standardizzare l’adozione degli standard fondamentali più comunemente utilizzati in ambito sanitario.

In Montreux, un evento internazionale chiamato Connectathonha riunito diversi attori del settore sanitario per discutere le sfide comuni che devono affrontare e testare i loro prodotti sanitari.

Le loro esperienze e feedback vengono presi in considerazione anche durante le fasi di sviluppo e implementazione per il prossimo Spazio europeo dei dati sanitari.

“L’industria, attraverso i suoi prodotti, funge da tra la legislazione e gli utenti dei dati clinici, siano essi pazienti o medici. La sinergia avviene quando le istituzioni adottano quadri di interoperabilità basati su standard internazionali ” spiega Lapo Bertini, Dedalus Global Interoperability Product Strategist.

Le sfide della condivisione dei dati nel settore sanitario europeo

Ma ci sono diverse sfide che devono affrontare i sistemi sanitari nazionali europei.

Ad esempio, c’è un paziente che si sottopone regolarmente a controlli cardiaci in una clinica. Il problema sorge se hanno bisogno di un controllo in un altro centro. I risultati e le informazioni relative alla salute di quel paziente spesso non sono condivisi tra i diversi centri sanitari.

IHE propone una partnership tra utenti, fornitori e strutture sanitarie, per impostare protocolli che spieghino come condividere i dati sanitari. Tuttavia, la creazione di un tale quadro interconnesso è un compito complesso.

Stéphane Spahni è a Esperto svizzero di Cyber ​​Health. Lavora come Systems Architect presso gli Ospedali Universitari di e spiega le difficoltà di creare un quadro europeo centralizzato.

Cosa significa?

Nella salute digitale, “Standard” e “Interoperabilità” sono fondamentali per aiutare il sistema a funzionare correttamente e fornire ai pazienti un’assistenza di qualità.

Standard sono un insieme di regole che abilitano la comunicazione tra i sistemi sanitari, ovvero la focalizzazione sul linguaggio e sulla semantica. Gli standard aiutano a stabilire un vocabolario comune all’interno del settore della tecnologia medica.

Nel frattempo, Interoperabilità significa scambiare dati in maniera coordinata.

All’evento Swiss Connectathon, dozzine di prodotti medici e software sono stati testati dagli dell’IHE per verificare se corrispondevano ai protocolli impostati in diversi settori, come radiologia, cardiologia, coordinamento dell’assistenza ai pazienti e di laboratorio, solo per citarne alcuni.

“I creatori di software che partecipano all’evento mirano a testare gli scambi tra il loro sistema e gli altri sistemi software, che sono modellati su casi d’uso reali”, afferma Anne-Gaëlle Bergé, responsabile tecnico di Connectathon per IHE Europe.

Come funzionerebbe?

Quando si tratta di autorizzare l’accesso ai dati sanitari dei pazienti, gli esperti IT prevedono un’opzione caso per caso.

Anne-Gaëlle Bergé spiega come potrebbero funzionare i framework.

“Possiamo immaginare che il consenso sarà di default e poi spetterà al paziente decidere operatore sanitario ha accesso a quali dati. Quindi, nominando esplicitamente il professionista o una specifica categoria di professionisti. D’altra parte , un paziente potrebbe dire che non voglio accedere ai miei dati, a meno che non venga ricoverato al pronto soccorso e abbia davvero bisogno di accedervi per curarmi”.

L’iniziativa European Health Data Space darà slancio alla trasformazione digitale dei sistemi sanitari. Inoltre, in questo nuovo scenario, la condivisione dei dati con le aziende sanitarie digitali aiuterà a fornire soluzioni sanitarie più incentrate sul paziente.

Image:Getty Images

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

ultime News

ti potrebbe interessare