Apple rimuove dall’App Store il concorrente russo di Facebook VK, citando sanzioni

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp
Apple rimuove dall'App Store il concorrente russo di Facebook VK, citando sanzioni

La Russia mercoledì ha chiesto una spiegazione ad Apple dopo che il gigante della ha rimosso il locale del paese VK dal suo App Store.

L’autorità di regolamentazione delle comunicazioni russa, Roskomnadzor, è stata una spina nel fianco delle aziende tecnologiche straniere negli ultimi mesi, emettendo sanzioni per violazioni dell’archiviazione dei e mancata rimozione dei contenuti che la Russia ritiene illegali.

Tali controversie sono aumentate da quando Mosca ha inviato le sue forze armate in Ucraina a febbraio, provocando sanzioni occidentali e costringendo centinaia di aziende a voltare le spalle agli affari con la Russia.

VK gestisce Vkontakte, che con oltre 75 milioni di utenti mensili è il più grande social network russo, spesso paragonato a Facebook.

Insieme al servizio di posta elettronica di VK Mail.ru, Vkontakte deve essere preinstallato sui dispositivi mobili venduti in Russia.

Roskomnadzor ha affermato che le azioni di Apple hanno privato milioni di russi dell’accesso alle app VK e ha chiesto che spiegasse la sua decisione.

Apple ha affermato di seguire le leggi nelle giurisdizioni in cui opera la società.

Ha affermato che le app in questione sono state distribuite da sviluppatori di proprietà della maggioranza o controllati a maggioranza da uno o più soggetti presi di mira dalle sanzioni del governo del .

Indipendentemente dalla posizione, le app non possono essere scaricate da nessun App Store, ha affermato Apple, che ha chiuso gli account degli sviluppatori associati alle app per conformarsi alle sanzioni del Regno Unito.

Questo mese VK, controllata dallo stato, ha rafforzato la sua presa sullo spazio russo concludendo un accordo per l’acquisto dell’aggregatore di rivale Yandex, della piattaforma di contenuti Zen e della homepage di yandex.ru.

Il CEO di VK Vladimir Kiriyenko è soggetto alle sanzioni del Regno Unito, insieme a suo Sergei Kiriyenko, che è il primo vice capo di stato maggiore del presidente Vladimir Putin.

‘discriminatorio’

Roskomnadzor ha definito le restrizioni “discriminatrici” e ha affermato che hanno violato il diritto degli utenti di Internet russi alla libera informazione e comunicazione.

Tuttavia, la stessa Russia ha limitato l’accesso dei suoi cittadini alle informazioni costringendo tutti i principali russi indipendenti a chiudere e bloccando le piattaforme di statunitensi Facebook, Instagram e Twitter.

Martedì VK ha affermato che le sue app, incluso Vkontakte, hanno continuato a funzionare se già installate sugli smartphone e che stava continuando a sviluppare e supportare app per il sistema operativo iOS di Apple.

Roskomnadzor ha anche chiesto ad Apple di spiegare la sua rimozione di altre app, comprese quelle della compagnia aerea Aeroflot e di un certo numero di banche i principali istituti di credito Sberbank e VTB.

Image:Getty Images

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

ultime News

ti potrebbe interessare