Alieni e miti medievali: perché questa città svizzera fuori dal radar è perfetta per un viaggio invernale

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp
Alieni e miti medievali: perché questa città svizzera fuori dal radar è perfetta per un viaggio invernale

Coira è il segreto meglio custodito della Svizzera che giace in bella vista. I viaggiatori in treno alla ricerca di panorami alpini imbattibili usano spesso questa piccola città come punto di trasferimento per il famoso Glacier Express e il Bernina Express in Italia.

Dopo aver visitato molti di SvizzeraNel corso degli anni, ho finalmente scoperto che questo punto fuori dal radar è di per sé una destinazione. Oggi capitale del cantone trilingue (tedesco, italiano e romancio) dei Grigioni, Coira ha una lunga e affascinante.

Ecco perché queste 34.000 persone la città dovrebbe essere nella tua lista dei desideri di .

L’autentica vita svizzera incontra gli alieni a Coira

Una cittadina vivace e suggestiva, Coira sembra molto più autentica dei suoi cugini grigionesi più noti ed eleganti, Davos e San Maurizio.

Nei pomeriggi caldi e soleggiati, i residenti socializzano nei patii della città vecchia, sorseggiando birre schiumose e sorseggiando vini locali. Dal momento che Coira è un hub per la Ferrovia retica, ci sono ovviamente turisti intorno, ma è chiaro che la vita qui non ruota intorno a loro – e non ci si sente mai sovraffollati.

Per quanto bizzarro possa sembrare, Coira ha un lato inaspettatamente spigoloso. Le strade sono lambite in vibranti illusioni 3D dagli urbani locali Fabian ‘Bane’ Fiorino. Dirigiti verso il giardino del suggestivo d’Arte dei Grigioni e ti troverai di fronte alla scultura originale “Alieni” del film di successo di Hollywood del 1979. Il suo creatore, l’artista svizzero HR Giger, era originario di Coira.

Sorprendentemente per una città così in miniatura, ci sono due musei d’arte, due luoghi per le arti dello spettacolo e sei gallerie d’arte. Con di tutto, dalle boutique di moda e dai grandi magazzini alle pasticcerie e ai ristoranti gourmet, non mancano le cose per rovinare la tua vacanza bilancio Su.

I miti medievali circondano il centro storico senza auto di Coira

Con 5.000 anni di storia, la pittoresca Coira – pronunciata “Kooor” dalla gente del posto – è la città più antica della Svizzera.

In senza città vecchia, gli edifici alti e magri sono avvolti da scritture arricciate e affreschi stravaganti. Per un ottimo esempio, controlla la facciata abbellita del Café Zschale in via Ober Gasse.

Salendo una ripida scalinata sopra Museumplatz, la cattedrale di Santa Maria Assunta, con le sue tre navate e le incisioni romaniche in pietra, presiede la città da oltre 800 anni.

Al Bischöfliches Schloss – castello vescovile – prevale il barocco austriaco. L’attuale struttura fu eretta per il vescovo Joseph Benedict von Rost, in carica dal 1728 al 1754. Von Rost era originario dell’Alto Adige nel nord Italia e portò con sé lo stile architettonico del suo comune.

A cinque minuti a piedi, il Bärenloch, o ‘Bear Hole’, è intriso di miti del Medioevo. Costituito da due intimi cortili interni tra Arcas Platz e Kirchgasse, alcuni dicono che questo curioso sito ospitasse orsi usati per adescare gli orsi. Qualunque sia l’origine del suo nome, il Bärenloch rimane un buon esempio degli angusti quartieri abitativi della Coira tardomedievale.

Proprio in fondo alla strada, Martinsplatz ospita un modello in bronzo unico in scala 1:500 del centro storico di Coira. Situato tra la chiesa gotica di San Martino e un’elaborata fontana spruzzata di segni zodiacali, il modello tattile consente cieco e le persone ipovedenti per avere un senso migliore della città vecchia attraverso il tatto. I nomi degli edifici più importanti sono scritti sia in braille che in romano, rendendo il modello uno strumento utile per i tour della città.

Dissotterra rovine romane tra le Alpi svizzere

Conosciuta in epoca romana come Curia Raetorum, Coira era il centro della romano provincia di Rezia. Nel centro storico è possibile esplorare le rovine di quest’epoca, compresi i resti di una stazione stradale romana. Rifugi decorati progettati per riflettere gli edifici romani proteggono le rovine e i siti archeologici mentre si raddoppiano come un museo.

Per entrare, dirigiti al centro informazioni Chur Tourism al treno stazione, dove puoi ritirare una chiave del museo per CHF 5 (€ 5).

Ciaspolate invernali ed escursioni estive nelle Alpi

Fatturandosi ‘l’Alpenstadt’, la città alpina, Coira è l’unica città in Svizzera con il proprio e l’estate gli sport regione. E con la sua comoda funivia per il monte Brambrüesch, raggiungere il cuore dell’azione non potrebbe essere più facile.

In inverno, la gente del posto sale sulla gondola per divertirsi sciare, snowboard e avventure con le ciaspole. In primavera e in estate porta i ciclisti al punto di partenza per escursioni a piedi, in mountain bike e la possibilità di godersi i prati alpini in fiore di fiori di campo.

Percorri la strada del vino di Coira e poi fai il pieno di prelibatezze svizzere

Più nel bere che nello sport? Chur ti copre anche su quel fronte. Grazie alle condizioni climatiche e geologiche favorevoli, Coira e la pittoresca valle del Reno grigionese sono ideali per la produzione vino. Il modo migliore per degustarlo è un tour del sentiero escursionistico del vino di 27 km, che collega Coira con le comunità vinicole della Bündner Herrschaft.

Percorribile a piedi o in bicicletta, il sentiero offre tre percorsi circolari attraverso il vigneti di Trimmis/Zizers (circa 4 km), Malans/Jenins (poco meno di 10 km) e Maienfeld/Fläsch (circa 10 km), con pause di riposo presso torkel, o cantine e ristoranti lungo il percorso.

Sede della più alta concentrazione di ristoranti e bar della Svizzera,

Anche il capoluogo dei Grigioni è una delle migliori scelte per buongustai. Per la gastronomia grigionese locale e stagionale e la più vasta selezione di vini della regione, recatevi all’accogliente Veltliner und Bündner Stuben zum Stern, con pannelli in legno, un’istituzione a Coira da oltre 300 anni.

Una volta che hai fatto il pieno di zuppa d’orzo, asparagi nostrani e vitello innaffiati con fatti in casa churer röteli (liquore alla ciliegia), puoi esplorare il brasiliano, l’indiano, Italianoristoranti giapponesi, messicani e spagnoli.

Coira è la città compatta ideale

Pulito e accogliente, Coira ha un po’ di tutto. Le rovine romane e una città medievale meravigliosamente conservata soddisfano gli appassionati di storia. Un’abbondanza di ristoranti, e luoghi d’arte copre i buongustai e gli amanti della cultura. Escursioni in vigneto appena fuori dal centro storico e facile accesso alla natura e sport all’aperto significa che puoi rimanere attivo durante il tuo viaggio.

Tutto sommato, questa è la città compatta ideale ed è sicuramente degna di attenzione. Ma forse no troppo.

Image:Getty Images
Fonte: EuroNews (Alieni e miti medievali: perché questa città svizzera fuori dal radar è perfetta per un viaggio invernale
)

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

ultime News

ti potrebbe interessare