3 bandiere rosse in una relazione che ti dicono che la tua salute mentale è compromessa

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp
conversazione in relazione

Le relazioni sono una parte importante della di ogni individuo. Avere buone relazioni è importante per una buona mentale. Dobbiamo imparare a riconoscere bandiere rosse in una relazione che a compromettere la nostra pace mentale. Con l’avvicinarsi della mentale, noi di Health Shots vogliamo diffondere la consapevolezza su 3 bandiere rosse che ti dicono che la tua pace mentale è compromessa nella tua relazione.

Circondarsi di relazioni amorevoli e sicure è ciò che ti mantiene in pace. Quindi, se ti senti costantemente in dubbio sulla tua relazione, allora devi valutare le cose della tua relazione che ti disturbano.

Quando Health Shots ha contattato la dottoressa Kamna Chhibber, psicologa di Fortis Healthcare, ci ha parlato di 3 segnali d’allarme in una relazione che devono essere osservati e corretti per il bene della tua .

Bandiere rosse che la tua salute mentale viene compromessa in una relazione:

1. Impossibile avere conversazioni con il tuo partner

Essere in grado di comunicare i tuoi sentimenti e le tue esperienze con il tuo partner è estremamente importante, quindi la mancanza di ciò può portare a emozioni represse e pace mentale disturbata. “Rimanere costantemente preoccupati per avere conversazioni, non sentirsi a proprio agio nel condividere apertamente le informazioni, sentirsi costantemente giudicati o essere ridicolizzati o emarginati nelle conversazioni o sentire che il feedback di solito si traduce in un’interazione critica sono tutte enormi bandiere rosse”, afferma il dott. Chhibber. Aggiunge inoltre che “vivere una situazione di stallo nelle conversazioni in cui non si verifica la di prospettive per entrambi gli individui, evitare di stare insieme o evitare di impegnarsi in interazioni è molto malsano”.

Le buone conversazioni sono ciò che rende una buona relazione. per gentile concessione: Shutterstock

2. Essere sempre di cattivo umore con il tuo partner

Il dottor Chhibber afferma che un’altra bandiera rossa potrebbe essere il tuo umore che viene sempre influenzato mentre sei con il tuo partner o dopo aver parlato con loro. Sentirsi depressi, tristi, arrabbiati o irritabili tutto il tempo è un chiaro segno che la tua salute mentale è compromessa a causa della situazione con il tuo partner.

sbalzi d'umore
Sentirsi giù non è un buon segno! Immagine per gentile concessione: Shutterstock

3. Non prendersi cura dei propri bisogni primari

“Perdere il sonno o compromettere l’appetito a causa delle situazioni ’interno della relazione è un’altra enorme bandiera rossa”, afferma il dottor Chhibber. Se essere tesi, ansiosi o depressi ti mette in uno stato in cui non riesci nemmeno a concentrarti sui tuoi bisogni di base quotidiani, allora è tempo di rivalutare la tua relazione.

Difficoltà del sonno
Non scendere a compromessi sui tuoi bisogni di base come il sonno. Immagine gentilmente concessa: Shuterstock

Ma non preoccuparti, questi non possono essere punti di “interruzione”. Se entrambi i partner sono disposti, queste situazioni possono essere affrontate.

Ecco alcuni modi per prendersi cura della propria relazione come suggerito dal dottor Chhibber:

1. Lavora per cercare di avere conversazioni in uno stato più calmo.
2. Scomponi i problemi in parti più piccole e prova a discuterle in parti più piccole.
3. Cerca di ascoltarti attivamente o di trovare un vocabolario alternativo per comunicare la stessa cosa nel caso in cui scoprissi che il tuo messaggio non arriva.
4. Non rifiutarti di parlare di problemi.
5. Evita di essere sprezzante nei confronti delle reciproche esperienze.
6. Evita semplicemente di incolpare l’altro e di assumere la responsabilità di ciò che potresti anche fare nella situazione.
7. Riconosci che due persone vivranno la stessa situazione in modo diverso.
8. Se trovi che le cose non stanno migliorando, cerca il supporto degli altri per aiutare a risolvere il problema o contatta un .

Image:Getty Images

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

ultime News

ti potrebbe interessare