Scioperi del traffico aereo in Francia: i voli in Europa in questi giorni a settembre potrebbero subire interruzioni

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp
Scioperi del traffico aereo in Francia: i voli in Europa in questi giorni a settembre potrebbero subire interruzioni

I controllori del traffico aereo francesi dovrebbero scioperare di nuovo la prossima settimana, dopo che un’azione sindacale ha bloccato più di 1.000 voli venerdì.

Centinaia di migliaia di viaggiatori hanno subito gravi disagi poiché le compagnie aeree hanno drasticamente ridotto i loro programmi del venerdì per far fronte a un traffico aereo uscire fuori.

Le compagnie aeree si stanno preparando per ulteriori disagi, dopo che il sindacato dei controllori del traffico aereo francese ha annunciato altri tre giorni sciopero la prossima settimana.

Lo sciopero andrà avanti il ​​28, 29 e 30 settembre. Sarà annullato se il sindacato raggiunge un accordo con l’autorità francese per l’aviazione, la DGAC.

“Le discussioni ei contatti non si sono mai interrotti e continuano”, afferma Frédéric Solano, della DGAC.

Perché i controllori del traffico aereo francesi scioperano?

Il sindacato francese Syndicat National des Contrôleurs du Trafic Aérien (SNCTA), il principale sindacato dei controllori del traffico aereo del Paese, ha chiamato il colpire oltre la retribuzione e le condizioni di lavoro.

In una dichiarazione che spiega l’azione sindacale della scorsa settimana, il sindacato ha affermato che l’inflazione stava erodendo la retribuzione dei e ha chiesto aumenti salariali e più assunzioni.

“Tra il 2029 e il 2035, un terzo del [air traffic control] la forza lavoro va in pensione. È imperativo anticipare e pianificare le assunzioni”, afferma la dichiarazione.

In caso contrario, le conseguenze saranno inevitabili in termini di servizio pubblico, condizioni di lavoro e flessibilità”.

Lo sciopero della SNCTA coinciderà con uno sciopero nazionale della Confederazione generale del sindacato francese il 29 settembre.

I membri del sindacato – compresi addetti ai bagagli e il personale tecnico dell’aeroporto – lascerà il lavoro tra le 4:00 del 29 settembre e le 7:00 del 30 settembre.

Quanto hanno influito sui viaggi gli di venerdì scorso?

I controllori del traffico aereo hanno abbandonato il lavoro tra le 6:00 di venerdì 16 settembre e le 6:00 di sabato 17 settembre.

Lo sciopero ha messo a terra oltre mille voli, tra cui ‘sorvoli‘ – voli che non sono atterrati o partiti dalla ma che hanno attraversato lo aereo francese.

Ryanair è stata costretta a cancellare 420 voli, colpendo 80.000 passeggeri. Air France ha cancellato il 55% dei voli a corto e medio raggio e il 10% dei voli a lungo raggio.

Molti passeggeri si sono rivolti ai social media per sfogare la loro frustrazione per lo sciopero.

In un thread di Twitter, un passeggero Ryanair ha descritto in dettaglio la sua esperienza horror atterrando nel paese sbagliato. Il suo aereo per Faro, in , è stato dirottato a Malaga, in , perché l’aereo in ha mancato il coprifuoco dell’aeroporto di Faro.

“Sono arrivato ’aeroporto di Dublino 12 ore fa e ora sono in una stazione di servizio a Malaga alle 5:41, manda aiuto”, ha scritto Barry Masterson.

La compagnia aerea ha accusato lo sciopero del controllo del traffico aereo francese, spiegando che l’interruzione era “del tutto al di fuori” del controllo di Ryanair.

“Per minimizzare interruzione ai passeggeri, Ryanair ha rapidamente organizzato un per il trasporto dei passeggeri dall’aeroporto di Malaga alla loro destinazione finale”, ha affermato il portavoce.

“Ryanair si scusa sinceramente con i passeggeri per i disagi causati a seguito di questo sciopero ingiustificato dell’ATC francese”.

Image:Getty Images

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

ultime News

ti potrebbe interessare