Nepal: viaggio oltre le montagne fino al cuore dell’Himalaya

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp
Nepal: viaggio oltre le montagne fino al cuore dell'Himalaya

Se ti venisse chiesto di nominare una cosa sul Nepal, è probabile che sceglieresti l’Everest. Il paese montuoso dell’Asia meridionale è oscurato dalla sua vetta più alta, il che significa che molti turisti pensano che le montagne siano tutto ciò che il Nepal ha da offrire. Ma non potrebbero essere più sbagliati.

Il Nepal si è aperto ai turisti stranieri negli anni ’50 e il geologo Toni Hagen è stato il primo europeo ad attraversare il Nepal, mappando il paesaggio per le Nazioni Unite.

“Fin dall’inizio, quando abbiamo aperto il Nepal agli stranieri, la maggior parte degli stranieri da Toni Hagen in poi scriveva di montagne, quindi il Nepal è diventato una destinazione per gli alpinisti”, spiega il Dr. Dhananjay Regmi, CEO di Nepal Tourism.

“E poi Norgay e Hillary scalato l’Everest [in 1953], quindi è diventata una destinazione per l’arrampicata…tante persone pensano che Nepal significhi Everest o le montagne. Ma il Nepal ha molto di più delle montagne”.

Sono le sue altre regioni, dalle colline centrali alle giungle di pianura che il Nepal vuole che il veda ora. Il paese invita i turisti a rallentare e godersi la ricca abbondanza della natura che il Nepal ha da offrire.

Se lo desidera esplorare il Nepal oltre le montagne, ecco alcune delle nostre migliori scelte.

1. Parco nazionale di Chitwan

Chitwan significa “**cuore della giungla**” e questa regione, situata ai piedi dell’Himalaya, vicino al confine con l’India, è un paradiso per la fauna selvatica, tra cui tigri, rinoceronti con un corno e coccodrilli. Questa regione subtropicale ospita 544 specie di uccelli e ha anche un centro di allevamento di tigri, spiega il dottor Regmi.

“Questo è l’anno in cui il Nepal ha raddoppiato la sua popolazione di tigri. Il Nepal si è impegnato molto nella conservazione degli selvatici.

“E ora se vai nei parchi nazionali del Nepal, che si trovano nelle zone di pianura, le possibilità di le tigri sono del 90%.

2. Goditi il ​​panorama in una Hill Station

Se vuoi scattare delle splendide foto del Himalaya, allora devi visitare una stazione di collina. Punteggiati tra le montagne, questi luoghi offrono alcuni dei migliori panorami delle cime circostanti. Poonhill a Myagdi offre ai visitatori alcune ampie vedute delle catene montuose dell’Annapurna e del Dhaulagiri. La stazione si trova a 270 km a ovest di Kathmandu e l’escursione qui richiederà due o tre giorni.

Se hai intenzione di fare trekking senza una guida, dovrai ottenere un permesso ACAP Nepal prima di partire.

3. Cosa posso vedere a Kathmandu?

“Se ami i siti storici, Kathmandu è un ottimo posto dove andare”, afferma il dott. Regmi.

Nella valle di Kathmandu troverai tre antiche : Bhaktapur, Kathmandu e Patan. Le tre città ne ospitano sette Patrimonio mondiale dell’UNESCO santuari e sono pieni di templi, sculture e squisita.

Fortunatamente per i nepalesi, il sentiero hippie degli anni ’60 e ’70 si è prosciugato da tempo e la capitale del Nepal è ora un mix eclettico di e modernità, con antichi templi e processioni religiose che si scontrano con tecnologia e affari.

Da Boudhanath stupa – uno dei più grandi stupa (un edificio a cupola contenente reliquie buddiste) al mondo – al Garden of Dreams, un giardino botanico di 9 ettari, se l’architettura è la tua passione, Kathmandu è il posto che fa per te.

4. Visita la terza montagna più alta del mondo

Non si tratta solo dell’Everest sai, il Nepal è anche la patria del Kanchenjunga.

“Abbiamo anche la terza montagna più alta del mondo, che ha solo 800 turisti che vi si recano in un anno, mentre sull’Everest abbiamo 70.000 persone che vi si recano”, afferma il dott. Dhananjay Regmi.

“Abbiamo anche altre montagne nella parte occidentale, e se ci vai, puoi goderti molta più natura e un ambiente molto calmo. Puoi davvero sentire di essere nella natura, mentre se vai sull’Everest, ovviamente essendo il numero dei trekker molto alto, non senti mai di essere molto vicino alla natura.”

Al confine tra Nepal e India, se vuoi visitare la montagna di 8.586 metri dovrai unirti a un festa del trekking. Il Kangchenjunga ha cinque cime innevate ed è circondato da rododendri e orchidee selvatiche, che lo rendono un bel posto da visitare. Ma attenzione, questo è solo per escursionisti esperti.

5. Dov’è il luogo di nascita del Buddha?

“Un altro posto da visitare è Lumbini, che è il luogo di nascita del Signore Buddha”, afferma il dottor Regmi.

“Prima il Nepal non si è concentrato molto su di esso, semplicemente perché lì non avevamo un . Ma il Nepal ha costruito un nuovo aeroporto e prevediamo che i numeri aumenteranno in modo significativo”.

La terza provincia più grande del Nepal, Lord Buddha nacque nei di Lumbini nel 623 aC e da allora i giardini sono stati un luogo di pellegrinaggio per i buddisti.

L’imperatore indiano Ashoka costruì pilastri commemorativi nel giardino nel 3° secolo e il Nepal sta ora trasformando il sito in un centro di pellegrinaggio buddista.

Un altro luogo da visitare nella regione è il Bardiya National Park, una natura selvaggia protetta che ospita una foresta di sal, oltre a specie rare come rinoceronti e elefanti.

6. Posso fare rafting in Nepal?

Il Nepal ha alcuni dei migliori fiumi al mondo per il rafting. Dalle profonde gole alle rapide che scorrono veloci, c’è un per ogni livello, dal principiante ’esperto.

Luoghi famosi includono Karnali, Seti e Sunkoshi e puoi persino fare rafting nel Parco Nazionale di Chitwan. Lungo il tuo percorso vedrai flora e fauna rare e forse anche alcuni animali selvatici.

Se preferisci il kayak, c’è una comunità in crescita a cui puoi unirti in Nepal, assicurati solo di iscriverti con un agente locale che ti aiuterà a navigare nelle acque selvagge del Nepal.

Image:Getty Images

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

ultime News

ti potrebbe interessare