Fatima Sana Shaikh parla della sua lotta contro l’epilessia, afferma di aver imparato a “conviverci”

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp
Fatima Sana Sheikh

Essere sotto i riflettori comporta una serie di sfide, una delle quali è la stigmatizzazione. Tuttavia, molte celebrità si sono fatte avanti con le loro lotte nella vita, che si tratti di o di una malattia come l’epilessia. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (), su 50 milioni di persone affette da epilessia, 10 milioni provengono dall’India. Bollywood non è esente da questa statistica, poiché Fatima Sana Shaikh si è fatta avanti con la sua sulla convivenza con l’epilessia.

Per gli inesperti, l’epilessia è una condizione neurologica che colpisce l’attività cerebrale. Provoca periodi di comportamento o convulsioni, sensazioni e occasionalmente perdita di coscienza. Scorri verso il basso per conoscere la lotta di Fatima contro l’epilessia e cosa ha fatto per superarla.

Fatima Sana Shaikh parla della sua lotta contro l’epilessia

L’attore di “Dangal” ha comunicato con i suoi durante una sessione “Chiedimi qualsiasi cosa” sui social media. Quando le è stato chiesto come lo sta affrontando, l’attore ha risposto: “Ho un buon sistema di supporto. Famiglia, amici e Bijlee. Alcuni giorni sono buoni, altri non sono così grandi.

Fatima Sana Shaikh parla della sua lotta contro l’epilessia. per gentile concessione: /fatimasanashaikh

Rispondendo a un’altra domanda, ha condiviso che le è stata diagnosticata l’epilessia durante l’allenamento di Dangal. “Ho avuto un episodio e mi sono svegliato subito in ospedale. Prima negavo (5 anni) e ora ho imparato ad accettarlo, a lavorarci e a conviverci”. Spiegando quanto sia grave e disabilitante la condizione, il trentenne ha condiviso che l’epilessia può essere “fatale e lasciarti con gravi ”.

Elaborando ulteriormente come si dovrebbe affrontare la condizione, afferma che si dovrebbe cercare di essere positivi e trovare la pace nella vita. Renderà il viaggio molto più facile. Ha anche rivelato che l’epilessia le impedisce di svolgere determinate attività come guidare, nuotare e stare da sola.

Come gestisce l’epilessia? Fatima cancella i miti

Quando qualcuno le ha chiesto di spiegare che tipo di crisi sperimenta, ha scritto che soffre di crisi tonico-cloniche, crisi di assenza, crisi cloniche e crisi focali. Ha inoltre spiegato che il suo tempo di recupero dipende dal tipo di crisi che sta vivendo. “Se si tratta di un vero e proprio attacco epilettico, potrebbe volerci tutto il giorno. Perché poi mi vengono le emicranie, il dolore al corpo, sono fuori zona, non riesco a capire niente, sono confuso. Se è un’assenza, potrei riprendermi in 20 minuti o anche meno”.

attacco epilettico
Fatima Sana Shaikh parla della sua lotta contro l’epilessia. Immagine per gentile concessione: Shutterstock

Dice che stress, letargia, torce elettriche, disidratazione e mancanza di sonno sono alcuni dei fattori comuni che scatenano le convulsioni. Mentre questi episodi di convulsioni possono mettere a dura la salute di qualcuno e interrompere il normale funzionamento, ecco alcuni modi in cui suggerisce di gestire chiunque ne possa soffrire:

  • Non trattenere la persona
  • Non mettere niente in bocca
  • Girali da una parte, in modo che se vomitano non si strozzino
  • Cronometra le convulsioni
  • Allontana gli oggetti appuntiti
  • la persona in ospedale se continua per più di 5-10 minuti
  • Mantieni la calma e non farti prendere dal panico

Image:Getty Images

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

ultime News

ti potrebbe interessare