Tutto quello che devi sapere sulla saga Elon Musk vs Twitter

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp
Tutto quello che devi sapere sulla saga Elon Musk vs Twitter

Nell’ultima fase della lite di Elon Musk con Twitter, il miliardario della tecnologia ha affermato che una segnalazione di un informatore è un nuovo motivo per porre fine al suo acquisto della piattaforma di social .

Nel rapporto esplosivo presentato la scorsa settimana, Peter Zatko, un famoso hacker che è stato assunto da Twitter nel 2020, ha affermato che Twitter non riesce a controllare i cosiddetti account “bot” falsi e utilizza software di sicurezza obsoleti.

Zatko è stato assunto all’indomani di un tentativo di di alto profilo che ha visto 130 profili di spicco presi di mira.

di muschio un nuovo ragionamento per ritirarsi dal suo accordo è l’ultimo di quella che si preannuncia essere un’epica battaglia legale che verrà processata a ottobre.

Ma cosa ha portato l’uomo d’affari più controverso del e il gigante dei social media a finire in aula?

Districhiamo le cose per te.

Perché Musk e Twitter stanno andando in tribunale?

Musk ha litigato con Azealia Banks, Jeff Bezos e i suoi stessi azionisti, ma è la sua lotta con Twitter che ha davvero catturato l’immaginazione del mondo.

Twitter è l’arena scelta da Musk per trasmettere le sue opinioni, causare drammi e alludere estrema destra simpatie, e nell’aprile di quest’anno ha iniziato a mostrare un interesse finanziario per il suo parco giochi per animali domestici.

Il 4 aprile, Musk ha annunciato di aver acquistato il 9,1% delle azioni di Twitter, il che ha fatto salire il valore del 38% e ha fatto parlare di sé sui piani futuri dell’eccentrico imprenditore.

In risposta, la società ha offerto a Musk un posto nel consiglio, il che avrebbe senza dubbio ravvivato le riunioni del consiglio ma avrebbe anche limitato la potenziale proprietà azionaria di Musk al 15%.

Musk alla fine ha rifiutato questa offerta e ha presentato un rapporto alla Securities and Exchange Commission (SEC) che in particolare ha omesso i suoi precedenti impegni di essere un partner “passivo” e ha limitato le sue proprietà azionarie al 14,9%.

Ciò ha innescato una speculazione selvaggia secondo cui il rifiuto di un posto nel consiglio ha aperto le porte all’acquisto definitivo di Twitter da parte di Musk, con molte perle che si aggrappano al pensiero che uno degli utenti più caotici della piattaforma ne diventasse il caporedattore essenziale.

Sospetti (e timori) sono stati confermati il ​​14 aprile. Dieci giorni dopo l’annuncio iniziale di acquisto di azioni di Musk, ha informato Twitter e il mondo intero della sua offerta finale di $ 54,20 (€ 54,17) per azione per l’intera società; un totale complessivo di $ 44 miliardi (€ 43,97 miliardi).

Il 25 aprile, Twitter ha accettato l’accordo di Musk, con il CEO Parag Agrawal che ha affermato: “Twitter ha uno scopo e una rilevanza che hanno un impatto sul mondo intero.

“Profondamente orgoglioso dei nostri team e ispirato dal lavoro che non è mai stato così importante”.

Nel frattempo Musk si è trasferito per vendere alcuni dei suoi Azioni Tesla per abilitare l’ in contanti.

Perché Musk ha voluto acquistare Twitter?

I motivi di Musk per l’acquisto di Twitter sono stati rastrellati dalla stampa e – avete indovinato – su Twitter, con tutti e chiunque abbia offerto un’opinione sui motivi dell’acquisto.

Lo stesso Musk afferma di voler proteggere la libertà di parola e che l’acquisizione è più ideologica che a scopo di lucro.

“La libertà di parola è la base di una democrazia funzionante e Twitter è la piazza della città digitale in cui si dibattono questioni vitali per il futuro dell’umanità”, ha affermato Musk in una dichiarazione dopo l’annuncio dell’accordo.

A quel tempo, Musk insisteva sul fatto che Twitter doveva diventare una società privata per apportare le modifiche necessarie.

Le sue idee per migliorare Twitter includevano l’introduzione di nuove funzionalità come un pulsante di modifica, la riduzione della moderazione dei contenuti estremi, la riduzione del numero di account “bot” di spam e l’open source dell’algoritmo di Twitter per aumentare la fiducia dei consumatori.

In vista dell’offerta pubblica di acquisto di Musk, il conduttore di Fox News di destra Tucker Carlson aveva essenzialmente implorato l’imprenditore miliardario di acquistare Twitter, sostenendo che era “l’ultima speranza” per i conservatori che volevano parlare liberamente online.

L’annuncio dell’accordo è stato accolto con gioia dai senatori repubblicani che da tempo affermano di essere ingiustamente censurati sulla piattaforma.

La successiva affermazione di Musk che avrebbe revocato il divieto permanente sull’account Twitter di ha fatto ben poco per placare i timori di coloro che erano preoccupati per l’acquisizione pianificata.

Al di fuori del rumore politico, Musk era impegnato a definire incentivi finanziari, dicendo che avrebbe quintuplicato le entrate di Twitter a $ 26,4 miliardi (€ 26,35 miliardi) all’anno entro il 2028, aumentando il numero di utenti a 931 milioni (dagli attuali 217 milioni) e aumentando i pagamenti abbonamenti.

Come si sente lo staff di Twitter in merito all’acquisizione di Musk?

Mentre l’acquisizione stava facendo , azionisti, dirigenti e lo staff di Twitter stavano tutti guardando con i propri interessi in .

Mentre Twitter ha preso in considerazione l’offerta, Agrawal ha tentato di rassicurare il personale durante una sessione di domande e risposte che non ci sarebbero stati licenziamenti in base alle prestazioni, ma non ha potuto fornire garanzie sulle stock option detenute dal personale.

Lo staff, che conta circa 8.000 persone, è stato successivamente da un discorso di un’ora dello stesso Musk in cui ha fornito alcune risposte concrete su problemi di licenziamento, piani di lavoro da casa o di come potrebbe essere un futuro Twitter.

Nel frattempo, Agrawal era impegnato a licenziare i massimi dirigenti Kayvon Beykpour e Bruce Falck, tra gli altri, mentre bloccava le assunzioni.

“Il nostro scopo è esistenziale”, ha detto Agrawal in un promemoria allo staff.

“Durante questo di cambiamento, è fondamentale continuare a rafforzare il nostro lavoro attraverso una maggiore responsabilità ed esecuzione per rendere Twitter tutto ciò che può essere”.

I membri del consiglio erano tutt’altro che entusiasti della potenziale acquisizione e, secondo quanto riferito, consideravano una “pillola velenosa” per impedire la vendita.

Se ciò si fosse concretizzato, avrebbe consentito agli azionisti di acquistare azioni aggiuntive a un tasso scontato e ridotto gli interessi di un acquirente ostile.

Perché Musk si ritira dall’accordo su Twitter?

A giugno, l’immagine di Musk e Twitter sembrava molto meno rosea rispetto ad aprile, il che dice qualcosa.

L’accordo prevedeva che l’affermazione di Twitter di avere meno del 5% di utenti di bot sulla sua piattaforma fosse assolutamente vera. Tuttavia, quando si trattava di produrre prove, l’azienda era meno che disponibile, secondo Musk.

Dopo settimane di lamentele sul fatto che Twitter non fosse stato trasparente sulla questione dei bot, il 6 giugno Musk ha ufficialmente minacciato di ritirarsi dall’accordo.

In una lettera a Twitter, i rappresentanti legali di Musk hanno dichiarato: “Mr. Musk crede che la società stia attivamente resistendo e contrastando i suoi diritti di informazione (e i corrispondenti obblighi della società) ai sensi dell’accordo di fusione”.

In risposta Twitter, che mantengono la loro stima inferiore al 5 per cento è corretto, ha dichiarato: “Intendiamo chiudere la transazione e far rispettare l’accordo di fusione al prezzo e ai termini concordati”.

Tuttavia, la mancanza di fiducia – e la minaccia di una recessione globale – stava corrodendo l’accordo e l’8 luglio Musk ha presentato istanza alla SEC per ritirarsi ufficialmente dall’accordo, sostenendo che Twitter si rifiutava ancora di fornire i dati che gli avrebbero consentito di fare un valutazione indipendente dei bot sulla piattaforma di social media.

Quale futuro per Musk e Twitter?

Nella conseguente ricaduta, Twitter ha intentato una causa contro Musk per costringerlo a completare la transazione.

Presentata nello stato americano del Delaware (dove è incorporata Twitter), la causa della società racconta la storia che Musk è arrivato con un’offerta innamorata, ma è stato preso dal panico quando il mercato ha iniziato a girare a causa di eventi al di fuori del controllo dell’azienda.

Twitter afferma che Musk non ha chiesto garanzie sui bot prima di fare l’offerta e ha affermato pubblicamente che la piattaforma blocca un milione di account di spam ogni giorno.

La causa sottolinea che le informazioni sono state fornite a Musk in merito ai robot, più informazioni di quelle dovute al miliardario sui termini dell’accordo fatto ad aprile.

In risposta, Musk ha pubblicato un tweet tipicamente conciso (“Oh l’ironia lol”) e all’inizio di agosto ha intentato una controquerela sostenendo che Twitter aveva commesso una frode.

Con Twitter che fruga tra le finanze di Musk per trovare una ragione alternativa per lui ritirarsi dall’accordo, e Musk che sostiene che la piattaforma brulica di account di spam non contabilizzati, il processo si preannuncia per diventare brutto.

Image:Getty Images
Fonte: EuroNews (Tutto quello che devi sapere sulla saga Elon Musk vs Twitter
)

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

ultime News

ti potrebbe interessare