Sono un buongustaio con uno stomaco sensibile! Ma ecco come gestisco la mia salute intestinale

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp
Come trattare l'acidità

Uno sguardo alla fotografica del mio telefono e capirai quanto amo il cibo. Alcuni sono scatti ravvicinati di biryani di pollo o colorati con bevande alla frutta e piatti come kimbap e japchae. Mese dopo mese, i miei estratti conto bancari mi ricordano anche di spendere meno per il cibo. Ma non è dura? Dopotutto, devi solo entrare in un’app di consegna di cibo, selezionare la tua scelta di piatti, pagare e aspettare che arrivi il tuo cibo. Una volta che è sul tuo tavolo, sai cosa succede dopo. Scavo e assaporo il momento. La felicità è temporanea perché subito dopo aver saziato le mie papille gustative, la mia pancia si ribella. Sì, sono un buongustaio con uno stomaco sensibile.

Il termine stomaco sensibile o intestino sensibile non è una diagnosi medica ufficiale, ma è spesso usato per descrivere problemi legati allo stomaco. Può essere debilitante per un 35enne avere a che fare con problemi di pancia, soprattutto quando la vista del cibo è sempre stuzzicante.

cibi malsani potrebbe causare intestinali eccessivi, gonfiore, dolori addominali e diarrea. Immagine per gentile concessione: Shutterstock

Problemi di stomaco si possono avere dopo aver mangiato cibo malsano

Beh, non c’è davvero bisogno di un esperto per dirti che i fritti oi piatti dei ristoranti, indipendentemente dalle stelle che hanno o da quanto sono popolari, non fanno parte della lista salutare.

Ma a Health Shots, abbiamo contattato il dottor Sanjay Gogia, direttore, medicina interna, Fortis Hospital Shalimar Bagh e il dottor Mahesh Gupta, consulente senior, gastroenterologia, Dharamshila Narayana Superspecialty Hospital, per saperne di più sullo stomaco sensibile e su come gestirlo.

Il dottor Gogia afferma che mangiare cibi malsani potrebbe causare gas intestinali eccessivi, gonfiore, dolori addominali, crampi addominali, vomito e diarrea. In effetti, la da reflusso gastroesofageo, la sindrome dell’intestino irritabile, l’appendicite, la celiachia, la stitichezza cronica e i calcoli biliari sono anche nell’elenco dei diversi problemi di stomaco che si possono avere dopo aver mangiato cibo malsano.

Bene, la diarrea e io ci conosciamo da anni ormai. Ma è stato solo poche settimane fa quando ho capito l’importanza di un’alimentazione sana. Una notte ho avuto un forte dolore nella zona dell’addome. Alcuni pensavano che fosse appendicite e altri pensavano che fosse solo un “problema di gas”. Fu solo al pronto soccorso di un ospedale affollato che venni a sapere che avevo un piccolo calcolo nel mio rene. Fortunatamente, misurava solo 4 millimetri, quindi mi è stata data una medicina e mi è stato chiesto di bere molta . Non ci voleva nemmeno una settimana per essere senza pietra. Ma l’esperienza mi ha fatto scegliere scelte alimentari più sane.

Life diagnosi post-pietra

Ora bevo più acqua e cerco acqua di cocco o succhi di frutta. Sì, non sono ancora tre litri d’acqua al giorno, ma ci sto arrivando. Alcuni dei miei preferiti come pomodori, cavolfiori, cavoli e sono stati eliminati dalla mia dieta. Mangio di meno mangiando articolazioni, anche se non ho completamente ucciso il buongustaio in me.

Lo stomaco sensibile può essere gestito con a

La maggior parte delle persone con uno stomaco sensibile può gestirlo con successo a casa attraverso alcuni aggiustamenti dietetici e di stile di vita. Ma il dottor Gupta sottolinea che a volte, il fastidio allo stomaco sensibile può indicare una condizione più grave come la celiachia (reazione immunitaria al consumo di ), il morbo di Crohn (malattia infiammatoria cronica intestinale) o la colite ulcerosa (una malattia infiammatoria intestinale che provoca infiammazione nel tratto digestivo tratto). Ha suggerito di consultare direttamente il medico in questi casi.

cause dell'aumento di peso
Mangia cibo in porzioni più piccole per gestire lo stomaco sensibile. Immagine per gentile concessione: Shutterstock

Come gestire uno stomaco sensibile?

• Mangia cibo in porzioni più piccole.
• Mangiare più lentamente.
• Evitare cibi che possono irritare uno stomaco sensibile. Latticini, cibi piccanti, trasformati, grassi o fritti, e glutine fanno tutti parte di questo elenco, ha affermato Gupta.
• Bevi più acqua regolarmente.
• Ridurre l’assunzione di caffeina.
• Ridurre lo stress.

Potresti credere in YOLO e concederti pasti che possono sconvolgere lo stomaco. Dopo la mia esperienza, posso condividere che puoi farlo a volte, ma non tutti i giorni!

Image:Getty Images

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

ultime News

ti potrebbe interessare