Hive Social raggiunge i due milioni di download mentre la sopravvivenza di Twitter è in bilico

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp
Hive Social raggiunge i due milioni di download mentre la sopravvivenza di Twitter è in bilico

Mentre la sopravvivenza di Twitter è in bilico, una nuova ondata di app di si sta facendo avanti per riempire il vuoto.

Mentre molti utenti si stanno spostando su e TikTok, altri stanno esplorando spazi Mastodon e Parler.

Ma negli ultimi giorni, un nuovo arrivato in particolare ha visto un enorme aumento dei download, raggiungendo i due milioni di iscrizioni questa settimana: Hive Social.

Cos’è Hive Social?

Hive Social è come il figlio dell’ di Twitter e Instagram.

Mentre il formato è simile a Twitter, con gli utenti che hanno una pagina del profilo e condividono gli stati che vengono a loro volta pubblicati sui feed di notizie dei follower, dal punto di vista del design c’è anche un’opzione per condividere immagini di grandi dimensioni come post, come Instagram.

Al momento della registrazione, gli utenti scelgono i loro interessi principali in modo da essere targetizzati da contenuti pertinenti per loro.

Quindi, sul loro profilo, c’è essenzialmente quella che, per amor di discussione, sembra una scheda “Twitter” e una scheda “Instagram”, dove i tuoi diversi tipi di contenuto possono essere condivisi e visti da altri utenti.

Include anche funzionalità di ritorno al passato come l’opzione per avere una canzone sul tuo profilo, simile al di massimo splendore di Myspace.

Forse la differenza fondamentale tra Hive e Twitter è la posizione del primo su qualsiasi tipo di incitamento all’odio, sostenuta dal fondatore di 24 anni Raluca Pop.

La sua determinazione a rendere Hive Social un sicuro per i suoi utenti è forse la differenza più significativa rispetto alle controparti preesistenti.

Pop ha avuto l’idea della piattaforma mentre era al liceo e ha lanciato l’app nel 2019. Fino ad ora, il programmatore autodidatta gestiva l’app con un solo altro dipendente, ma ha assunto un altro sviluppatore la scorsa settimana.

Perché così tanti utenti lasciano Twitter?

Dall’acquisizione di Twitter da parte di Elon Musk, abbiamo assistito a una discutibile successione di eventi.

Il 27 ottobre, primo giorno della sua proprietà, ha sciolto l’intero consiglio di amministrazione senior. Più tardi quella settimana, ha annunciato che gli account verificati avrebbero dovuto iniziare a pagare per il privilegio.

Da allora, il miliardario ha licenziato oltre la metà della forza e ripristinato account controversi tra cui l’ex presidente degli Stati Uniti e il rapper Kanye West.

Uno dei principali punti controversi è la definizione di di Musk sulla piattaforma. Ci sono grandi domande su come modererà i contenuti ma abiliterà comunque la sua visione secondo cui gli utenti dovrebbero essere in grado, essenzialmente, di dire ciò che vogliono.

Molti stakeholder sono ancora in attesa di una strategia definitiva in merito.

Alcuni utenti sembrano indugiare per per quanto tempo la piattaforma sopravvive sotto Musk. Altri, come l’attrice Whoopi Goldberg, hanno totalmente boicottato il sito, rimuovendo i propri account entro poche ore dall’acquisizione.

Image:Getty Images

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

ti potrebbe interessare