Uta Abe batte la sua collega campionessa olimpica al Gran Premio di Judo di Zagabria

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

La capitale della , Zagabria, ha ospitato ancora una volta il suo Gran Premio annuale e la è stata ricca dei migliori del .

Con meno di 48 kg, la medaglia d’argento mondiale Wakana Koga ha costretto la sua avversaria a sottomettersi in finale con una presa soffocata ben eseguita.

Il dottor Laszlo Toth, vicepresidente dell’IJF e presidente dell’EJU, era presente per consegnare le medaglie.

Con meno di 60 kg, Shamshadin Magzhan dal Kazakistan ha avuto un’ottima giornata. Era felice di portare il suo primo oro nel tour mondiale.

Ha ricevuto la medaglia dal Sig. Ante Zigman, Presidente del Consiglio dell’Agenzia Croata di Vigilanza sui Servizi Finanziari.

Tutto il discorso di oggi riguardava la campionessa olimpica Uta Abe, che oggi è tornata alla competizione internazionale per la prima volta da , eliminando tutti i suoi avversari. La giovane star giapponese è passata rapidamente in finale.

Lì avrebbe incontrato il campione olimpico in carica sottopeso, che ha fatto scalpore sotto i 52 kg. In fiamme anche Distria Krasniqi, e il mondo del attende la finale.

La battaglia fu uno spettacolo incredibile. Un momento di brillantezza, seguito da un rapido passaggio ai preliminari, ha per ora risolto il dibattito.

La dott.ssa Sanda Corak, direttrice dell’ IJF ha consegnato le medaglie ai due campioni olimpici.

“Mio fratello ed io abbiamo avuto una vita molto felice con la nostra dopo aver vinto l’oro insieme alle Olimpiadi di Tokyo”, ha detto Abe.

Ora abbiamo un nuovo obiettivo, vincere la medaglia d’oro alle Olimpiadi di . Siamo molto determinati”.

Yashar Najafov dell’Azerbaigian ha fatto una dichiarazione sotto i 66 kg, usando tecniche ultraveloci per raggiungere la finale.

Ha affrontato l’italiano Matteo Piras, dove uno stretto punteggio Waza-ari ha assicurato la sua vittoria.

Il signor Mohammed Meridja, direttore dell’istruzione e della formazione IJF, ha consegnato le medaglie.

“Per me il momento più bello è stato il tiro in semifinale… è il mio preferito e il miglior tiro. E sul podio, il podio”, ha detto Najafov.

Con meno di 57 kg, Christa Deguchi è tornata nell’arena. È uno dei judoka più eccitanti degli ultimi anni.

Dopo un difficile, il canadese ha sfoggiato alcuni dei judo più eccitanti e classici della giornata.

Eteri Liparteliani l’ha incontrata, ma non è riuscita a fermare Deguchi.

Il Sig. Siniša Krajač, Segretario Generale del Comitato Olimpico Croato, gli ha conferito la medaglia d’oro.

Image:Getty Images

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

ultime News

ti potrebbe interessare