Sindrome del culo morto: in che modo stare seduti troppo a lungo può essere dannoso per la salute?

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp
Eruzione cutanea negli adulti

Quando stai seduto troppo a lungo, finisci per avere molti problemi di . Uno di questi è la “sindrome del sedere morto”, che si verifica quando il gluteo medio, uno dei tre muscoli del sedere, smette di rispondere.

Secondo ResearchGate, la “” non è in realtà una vera diagnosi o condizione. È ampiamente cercato su Internet, grazie a blogger e social .

È vero che ci sono momenti in cui i mozziconi perdono forza. La vita sedentaria o l’assenza di attività causerebbero la “sindrome del culo morto”, ha detto a Health Shots il dott. Mickey Mehta, guru della salute olistica leader a livello mondiale e life coach aziendale.

Il tuo sedere deve essere forte

I mozziconi dovrebbero essere forti. per gentile concessione: Shutterstock

Molti desiderano avere dei glutei tonici ma non è solo una questione di aspetto! I mozziconi in realtà supportano tutto il nostro busto e collegano la schiena con le gambe e la parte superiore del corpo. Quindi i mozziconi dovrebbero essere forti. “Questo è necessario non solo perché è attraente, ma aiuta anche nelle prestazioni in termini di allenamenti e . Dovrebbero essere a tutto tondo. Un sedere forte e ben arrotondato è un segno di una persona forte “, ha detto Mehta.

I forti muscoli dei glutei possono generalmente darti molto slancio nella corsa, nel jogging e persino nel nuoto. In tutti questi sport, i mozziconi si impegnano e quando si impegnano, diventano naturalmente più forti. Quando diventano più forti, danno naturalmente più sostegno.

Potresti anche sentire dolore al ginocchio e alla caviglia

Insieme al mal di schiena, anche il dolore al ginocchio e alla caviglia può manifestarsi a di muscoli deboli, quindi l’allineamento e il rafforzamento dei muscoli dei glutei, nonché la stimolazione e la contrazione regolare di quei muscoli, ti aiuteranno a stare lontano da tutti questi problemi.

Un sedere forte si traduce anche in una mente forte?

Senza dubbio, “una parte inferiore del corpo e un busto forti si traducono anche in una mente forte”, ha detto l’esperto, che ha anche condiviso che il sedere aiuta a gravitare e rilasciare anche lo stress fisico.

Forti mozziconi collegati a una forte regione lombare determinano una qualità di ancoraggio nella propria autoconvinzione e fiducia in se stessi.

Gluteus maximus medius e minimus sono tre muscoli messi insieme che simboleggiano la forza nelle personalità, nel proprio processo di pensiero, nella propria determinazione e nella propria forza di volontà.

“Il gluteo medio generalmente aiuta a rendere stabile il bacino e se diventa debole e morto, potresti avere uno sforzo nella ”, ha spiegato Mehta. Potresti avere mal di schiena e problemi che emanano anche dalla colonna vertebrale. Bene, questo può portare a un disallineamento della schiena e questo potrebbe essere molto pericoloso per la tua vita futura in termini di vecchiaia.

A cosa prestare attenzione durante gli allenamenti per la parte inferiore del corpo?

Ogni volta che facciamo squat o qualsiasi tipo di allenamento per la parte inferiore del corpo, in cui impegniamo i muscoli dei glutei, dobbiamo assicurarci di allungarli bene.

variazioni tozze
Cosa tenere a mente durante gli allenamenti per la parte inferiore del corpo. Immagine per gentile concessione: Shutterstock

Ci sono esercizi nello , in cui stringi i muscoli dei glutei e ci aiutano anche a controllare il movimento della vescica e dell’intestino. “Ci danno molto coraggio. Questo accade quando le viscere e le natiche sono collegate e contratte insieme, e c’è anche una trazione nell’ombelico, possono formare bandha nello yoga. I bandha kriya sono molto buoni per la forza interna del nucleo, la forza interna e la forza di volontà interna “, ha detto Mehta.

Per la “sindrome del culo morto”, Mehta ha suggerito alcuni semplici esercizi come mezzo accovacciato, balletto accovacciato, affondi e camminata con affondo.

Image:Getty Images

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

ti potrebbe interessare