Nemmeno Putin e la terza guerra mondiale possono far uscire Elon Musk dall’accordo su Twitter

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp
Nemmeno Putin e la terza guerra mondiale possono far uscire Elon Musk dall'accordo su Twitter

Il capo di Tesla Elon Musk continua a soffrire il rimorso dell’acquirente nella sua lotta per uscire dal suo accordo da 44 miliardi di dollari (quasi 44 miliardi di ) per acquistare Twitter – e ha persino citato il timore della terza mondiale, secondo i suoi messaggi e le sue e-mail.

L’8 maggio, Musk ha inviato un messaggio a Michael Grimes, il banchiere tecnologico superstar di Morgan Stanley: “Rallentamo solo per pochi giorni. Il discorso di Putin di domani è estremamente importante. Non avrà senso acquistare Twitter se ci stiamo dirigendo verso la terza guerra mondiale”, secondo una presentazione di William Savitt, l’avvocato di Twitter, che ha letto il messaggio in un’udienza in tribunale questa settimana.

Savitt ha affermato che il testo era la che Musk sta cercando una via d’uscita dall’acquisizione e che le sue affermazioni iniziali sul numero di account falsi su Twitter erano solo un pretesto per porre fine all’accordo.

Musk non può ritardare il processo, le regole del giudice

Twitter sta cercando di risolvere mesi di incertezza per la sua attività mentre Musk cerca di allontanarsi dall’accordo, sostenendo che Twitter ha travisato la prevalenza di account spam o bot sulla sua piattaforma.

Un giudice del Delaware ha stabilito mercoledì che Musk può utilizzare le affermazioni di un recente informatore nella sua causa legale contro la società, ma non può usarle per ritardare il processo, che è attualmente previsto per il 17 ottobre.

“Sono convinta che anche solo quattro settimane di rischierebbero ulteriori danni a Twitter”, ha scritto la cancelliera Kathaleen McCormick della Court of Chancery del Delaware.

Martedì il team legale di Musk aveva sostenuto in tribunale che la aveva chiesto di ritardare il processo di cinque giorni in modo da poter indagare sulle accuse secondo cui Twitter aveva fuorviato le autorità di regolamentazione federali sul suo difese contro gli hacker e account di spam.

L’ex capo della di Twitter, Peiter Zatko, un famoso hacker noto “Mudge”, ha dichiarato in una denuncia alle autorità di regolamentazione che la società ha falsamente dichiarato di avere un solido piano di sicurezza dei .

Le accuse di Zatko, rese pubbliche il mese scorso, hanno fornito alla persona più ricca del mondo nuove munizioni in quello che gli esperti legali hanno affermato essere un tentativo a distanza di abbandonare l’accordo senza pagare una tassa di risoluzione di $ 1 miliardo (quasi 1 miliardo di euro).

Twitter ha citato in giudizio Musk per tenerlo al suo accordo di aprile per acquistare la società per $ 54,20 per azione.

La società sostiene che Musk ha semplicemente avuto i piedi freddi sull’accordo poiché la globale e l’ hanno sconvolto i mercati subito dopo la firma dell’accordo.

Il contratto di accordo consente a Musk di andarsene a determinate condizioni ristrette, ma una guerra è specificamente esclusa.

Image:Getty Images
Fonte: EuroNews (Nemmeno Putin e la terza guerra mondiale possono far uscire Elon Musk dall’accordo su Twitter
)

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

ultime News

ti potrebbe interessare