Jal Neti può ridurre le complicazioni del Covid-19! Impara a praticare l’irrigazione nasale

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp
sinusite

La pratica del jal neti kriya o dell’ ha benefici terapeutici che vanno dal trattamento della sinusite, alla pulizia del passaggio nasale e alla lotta contro condizioni allergiche. Ma uno studio recente ha anche delineato l’uso del lavaggio con soluzione salina nasale per ridurre la gravità nei pazienti ad alto rischio di . Secondo lo studio dell’Ear, Nose and Throat Journal, i pazienti con che iniziavano l’irrigazione nasale avevano una probabilità oltre 8 volte inferiore di essere ricoverati in ospedale. Ma che abbia il Covid-19 o meno, fare questo yoga kriya ogni giorno può cambiarti la vita. Quindi, vieni a imparare eseguire l’irrigazione nasale a .

Cos’è l’irrigazione nasale?

Health Shots ha contattato l’allenatore di yoga e benessere Garima Bhandari per saperne di più sul rossore nasale e sull’igiene nasale.

Jal neti kriya è un’antica tecnica praticata e insegnata in molte discipline yoga per pulire i seni nasali e offre anche molti altri vantaggi.

È uno dei sei metodi di purificazione menzionati nell’Hatha Yoga Pradeepika. È una pratica molto semplice che può essere facilmente incorporata nella tua routine quotidiana, subito dopo aver finito di lavarti i denti al mattino.

Ci vogliono solo pochi minuti e aiuta ad alleviare molti dei problemi legati alle cavità nasali e dei seni paranasali e altri disturbi come mal di testa, emicrania, ostruzioni nasali, solo per citarne alcuni.

a trattare la sinusite con l’irrigazione nasale. per gentile concessione: Shutterstock

Come eseguire l’irrigazione nasale

Per iniziare la pulizia nasale, tutto ciò che serve è un vaso Jal Neti (disponibile in argilla, rame, ceramica, argento, terracotta e acciaio), un po’ di sale e acqua tiepida.

Per gli inesperti, un neti pot è un piccolo vaso con un lungo beccuccio sul lato.

Preparare l’acqua salata mescolando 1 cucchiaio di sale a circa un litro di acqua tiepida. E poi segui questi passaggi!

1. Sedersi in una posizione ukdu o accovacciata su un tappetino o sul . Se scegli di farlo in posizione eretta, piegati leggermente in avanti.

2. Versare l’acqua salina nella pentola Neti. Quindi posizionare il beccuccio della pentola in una delle narici. Potresti iniziare con la narice sinistra. Assicurati che il cono ’estremità del beccuccio sia posizionato all’interno della narice.

3. Inclina delicatamente la testa da un lato. Tieni il mento leggermente in alto, verso il cielo e apri la bocca. Mentre pratichi l’irrigazione nasale, respira attraverso la bocca. Regola l’inclinazione della testa fino al punto in cui l’acqua inizia a fluire dalla narice sinistra alla narice destra. Continua fino a quando l’acqua nella pentola non è finita.

Leggi anche: 7 posizioni yoga per i pazienti Covid-19

posizione tozza
La posizione accovacciata è la migliore per Jal Neti. Immagine per gentile concessione: Shutterstock

4. Ora riempi la pentola con acqua salata. Ora è il momento di ripetere dall’altra narice.

5. Le ripetizioni di questo processo possono essere eseguite più volte.

6. Cerca di espirare forzatamente l’aria dal naso o dalle narici proprio come si fa kapalbhati kriya senza concentrarti sull’inalazione. Ciò contribuirà a far emergere tutta l’acqua intrappolata o qualsiasi altra irritazione nasale.

Come principiante, quando inizi questa pratica per la prima volta, potresti avere irritazioni al naso, starnuti, tosse, ecc. che scomparirà dopo alcune sessioni continuate per alcuni giorni.

Image:Getty Images

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

ultime News

ti potrebbe interessare