7 abitudini di vita che ti rendono più vulnerabile al diabete

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp
uno stile di vita sedentario può portare al diabete

Il è diventato una delle malattie più comuni che le persone tendono ad acquisire a causa delle loro abitudini di vita quotidiane. Secondo le stime dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, oltre 420 milioni di persone nel soffrono di diabete. E questo numero solo una tendenza al rialzo. Motivo di allarme, vero? Bene, per evitare le tue possibilità di contrarre il diabete di tipo 2, la forma più comune del problema, è importante conoscere i fattori di rischio del diabete.

Fattori di rischio del diabete di cui dovresti prenderti cura nella vita di tutti i giorni

Se stai cercando , il dottor Sharwari Dabhade, MD, medico, Madhukar Rainbow Children’s Hospital, racconta a Health Shots le cause comuni e i fattori di rischio del diabete.

1. Stile di vita sedentario:

Stare seduti per più ore, l’immobilità e la mancanza di movimento si sono rivelati rischiosi quanto il fumo per la salute generale di , polmoni e malattie legate allo stile di vita. Gli studi hanno collegato che l’insorgenza del diabete di tipo 2 è più nelle persone che mancano di attività nella routine.

La vita sedentaria può portare al diabete! Immagine per gentile concessione: Shutterstock

2. Dieta ipercalorica:

Il consumo di calorie in eccesso porta ad un e rende inclini al diabete di tipo 2. Le calorie devono essere consumate in proporzione allo sforzo e alla spesa quotidiana, a seconda del lavoro svolto da ciascun individuo. Quindi le calorie richieste sono minori nelle persone con lavori meno attivi e devono monitorare di conseguenza l’assunzione di .

3. Mancanza di esercizio:

Gli studi hanno dimostrato i benefici dell’esercizio per una buona salute cardiorespiratoria, ma hanno anche mostrato risultati nel prolungare l’insorgenza del diabete in un gruppo di persone con una familiare di diabete. Non solo aiuta a ritardare l’insorgenza del diabete, ma aiuta anche a mantenere i livelli di zucchero in un paziente diabetico. Il tempo consigliato di esercizio è di almeno 150 minuti a settimana, allenandoti almeno 5 giorni a settimana.

L'esercizio fisico può ridurre il rischio di diabete
L’esercizio fisico può ridurre il rischio di diabete. Immagine per gentile concessione: Shutterstock

4. Dipendenze:

Il consumo eccessivo di fumo e alcol è stato direttamente collegato a malattie cardiache, colesterolo alto, pressione alta e anche diabete. Il fumo provoca un impatto sui vasi sanguigni, il restringimento delle arterie, rendendo una persona soggetta ad attacchi di cuore. Aumenta anche il rischio di insulino-resistenza che porta al diabete. Il consumo eccessivo di alcol provoca fegato grasso che a sua volta può portare a insulino-resistenza e diabete.

5. Mancanza di :

La mancanza di macro e micronutrienti essenziali può portare a carenze multiple e influire sulla salute generale. Il consumo di verdure a foglia verde, dieta vegana o dieta mediterranea ha mostrato benefici nel prolungare l’insorgenza del diabete in diversi studi. Anche una carenza prolungata di vitamina D può aumentare il rischio di diabete. Una composta da proteine, fibre, grassi essenziali e carboidrati complessi ha mostrato benefici nel controllo dei livelli di zucchero nel sangue e di insulina nel corpo.

6. Obesità:

L’aumento del grasso viscerale ha un collegamento diretto con l’insulino-resistenza, quindi un aumento del peso corporeo, specialmente intorno al tronco, può portare al diabete prima che negli individui con un indice di massa corporea più basso.

obesità e diabete
Attenti alle vostre abitudini alimentari, per favore! Immagine per gentile concessione: Shutterstock

7. Stress:

Lo stress può essere mentale o fisico, che può interrompere la routine quotidiana e il normale ritmo circadiano del corpo, causando obesità, insulino-resistenza e infine diabete. La mancanza di sonno è diventata uno dei fattori di rischio per le malattie legate allo stile di vita, quindi i livelli di stress devono essere gestiti con routine di esercizi, meditazione e una dieta sana.

Il diabete di tipo 2, l’iperlipidemia (colesterolo alto), la pressione alta, le malattie cardiovascolari sono tutti disturbi legati allo stile di vita coesistenti. Se proviamo a modificare le nostre abitudini di routine e incorporare tutte le abitudini di vita sane, possiamo stare lontani da tutte queste malattie per un periodo di vita più lungo.

Image:Getty Images

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

ultime News

ti potrebbe interessare