Stop crociere: 50mila persone firmano una petizione per regolamentare le navi inquinanti a Marsiglia

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp
Stop crociere: 50mila persone firmano una petizione per regolamentare le navi inquinanti a Marsiglia

Più di 50.000 persone hanno firmato una petizione per bandire le navi da crociera inquinanti da Marsiglia.

La francese è una delle più trafficate d’ porti di crocieraattirando quasi 2 milioni di passeggeri ’anno.

Ma con il peggioramento dell’ atmosferico, molti locali ne hanno avuto abbastanza.

A luglio, il sindaco Benoît Payan ha lanciato una petizione per vietare la sosta delle navi più inquinanti.

“Il Il Mediterraneo sta lentamente morendo ma la crociera gigante nave i lobbisti vogliono continuare a contaminarlo”, ha twittato il mese scorso.

“In Marsigliache gli piaccia o no, continueremo a combattere”.

Ad oggi, più di 52.000 persone hanno firmato la petizione per fermare il “soffocamento” del Mediterraneo.

Le navi da crociera causano inquinamento atmosferico?

Il trasporto marittimo rappresenta circa il 10% dell’inquinamento atmosferico a Marsiglia.

Nel 2018, uno studio del gruppo di monitoraggio della qualità dell’aria Atmosud ha rivelato che le emissioni delle navi da crociera hanno superato le emissioni delle auto in città.

“Una nave attraccata per un’ora a Marsiglia equivale a 30.000 veicoli che viaggiano a 30 km/h a Marsiglia, per un’ora”, avverte Damien Piga, manager di Atmosud.

Il impatto dell’inquinamento varia a seconda delle condizioni meteorologiche.

“Per l’inquinamento marittimo, vediamo principalmente un effetto pennacchio, ovvero un impatto che si muove e che è definito dalla direzione del vento”, spiega Piga.

“Quando siamo in questo pennacchio di inquinamentoavremo concentrazioni molto elevate”.

Le concentrazioni tossiche di anidride solforosa, ossido di azoto e particolato possono avere conseguenze insidiose per la .

Michèle Rauzier vive da molti anni nella zona portuale e ha assistito in prima persona all’impatto dell’inquinamento.

“In questo quartiere abbiamo persone sane e in buona forma – non fumatori – che sono morte tumori respiratorie sta diventando sempre più comune,” dice.

“Quindi siamo molto preoccupati”.

Le navi da crociera saranno bandite a Marsiglia?

Marsiglia non è l’unica città a reagire all’inquinamento atmosferico causato dalle crociere.

Nel 2021 ha bandito le grandi navi da crociera dalla sua laguna. All’inizio di quest’anno, Barcellona ha annunciato che imporrà una “tassa sull’inquinamento” sulle crociere .

Ma in Marsigliai sindacati marittimi locali sono preoccupati per la campagna per regolamentare il settore.

L’ della città è fortemente dipendente dalle navi da crociera, afferma Alain Mistre, presidente dell’UMF (Unione marittima e fluviale di Marsiglia Fos).

“Marsiglia è molto popolare – i proprietari di ristoranti mi hanno detto solo pochi giorni fa che c’è stato il 20% in più di affari da quando i passeggeri delle crociere e i membri dell’equipaggio sono tornati”, dice.

“Quindi è davvero una manna dal cielo”.

Prima della , l’industria delle crociere ha contribuito all’economia locale con circa 350 milioni di euro all’anno.

Mistre insiste sul fatto che la tecnologia delle crociere “verdi” sta rendendo il settore più ecologico.

Ma il collettivo anti-crociera “Stop Cruises” non è d’accordo.

“Per noi la soluzione è fermare le crociere. Pensiamo che questo settore sia strutturalmente incompatibile con il nostro ”, afferma l’attivista Rémy Yves.

“Possiamo cercare greenwashing e soluzioni di adattamento, [but] in realtà avremo turismo di massa che è completamente contro tutto, in termini di consumo di risorse”.

Image:Getty Images
Fonte: EuroNews (Stop crociere: 50mila persone firmano una petizione per regolamentare le navi inquinanti a Marsiglia
)

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

ultime News

ti potrebbe interessare