Il Portogallo abbandona la regola di isolamento obbligatorio: dove dovresti andare per battere la folla in questo semestre?

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp
Il Portogallo abbandona la regola di isolamento obbligatorio: dove dovresti andare per battere la folla in questo semestre?

Il Portogallo continentale non richiede più l’isolamento se si risulta positivi al COVID-19.

Il paese ha aperto a tutti i viaggiatori il 1° luglio. Da allora, ha accolto nuovamente i visitatori indipendentemente dal loro stato di vaccinazione, senza bisogno di fare un test o compilare alcun modulo.

Ora, i visitatori non devono più preoccuparsi dell’isolamento obbligatorio nel caso in cui risultino positivi durante il viaggio, poiché il ha concluso che il COVID-19 dovrebbe essere considerato come l’influenza. Invece, raccomandano a chiunque abbia sintomi di indossare una maschera ed evitare il contatto con persone vulnerabili.

Tuttavia, Madeira, Porto Santo e le Azzorre rimangono in stato di allerta, il che significa che devi isolarti per un minimo di cinque giorni a tue spese se risulterai positivo in queste regioni.

In tutto il paese, tutti gli over 10 devono ancora indossare le mascherine quando si trovano negli spazi pubblici e utilizzano i servizi pubblici.

Il continuo mandato della maschera non ha scoraggiato i turisti che stanno tornando in massa alla destinazione baciata dal , relativamente economica e varia.

Allora dove dovresti andare sfuggire alla folla questo semestre? Ecco alcuni dei nostri consigli.

9. Azzorre: un’isola eco-paradisiaca

Le Azzorre sono un insieme di nove isole portoghesi situate nell’Oceano Atlantico centrale.

Divise in tre gruppi, le isole ospitano una ricchezza di biodiversità e numerosi coni e crateri vulcanici. Sono stati salutati come un paradiso dell’ecoturismo e ospitano numerosi edifici storici, tra cui chiese e manieri del XV secolo.

L’isola più facile da raggiungere è Sao Miguel, ma l’isola migliore per sfuggire alle affollate località turistiche è Corvo. Dispone di un proprio aeroporto nazionale che offre voli tra tre delle altre isole. In alternativa, puoi raggiungere Corvo in traghetto da Sao Miguel.

Corvo è l’isola più piccola e l’intera isola è infatti un vulcano spento e si è formata dalle sue precedenti eruzioni.

8. Sintra – la patria della straordinaria storia del Portogallo

A meno di un’ora dalla capitale del Portogallo, , si trova la cittadina portoghese di Sintra.

Situata sulle colline della Serra de Sintra, questa città è nota per le sue ville e le rovine del castello. Molti visitano come gita di un giorno da Lisbona, ma consigliamo di fermarsi per qualche giorno perché c’è molto da vedere e da fare.

Conosciuto per il suo clima leggermente più fresco, Sintra è ottimo per sfuggire al caldo della capitale. Questo è ciò che fecero la nobiltà portoghese, gli artisti e l’élite nel 19° secolo, poiché avevano sede le loro residenze estive.

7. Coimbra – una città con vibrazioni studentesche

Dal 1139 al 1260 Coimbra fu la capitale del Portogallo ed è oggi conosciuta come la “Città degli ”. Nonostante sia il quarto centro urbano più grande del Portogallo, ha una popolazione di appena 106.582 persone, circa un quinto della popolazione di Lisbona.

La città è ancora medievale nel suo aspetto, con molti degli edifici risalenti all’Impero Romano, oltre a un acquedotto e numerosi criptoportici originali (corridoio o passaggio coperto).

Gli edifici universitari sono anche riconosciuti Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. Questa città universitaria integrata è un esempio di come gli studenti universitari possano convivere in pace con la gente del posto.

6. Aveiro – la Venezia del Portogallo

Situato sulle rive dell’Oceano Atlantico, Aveiro è uno dei porti più importanti del Portogallo. La regione è popolare tra gli appassionati di barche, vantando una vasta rete di canali viene spesso chiamata la “Venezia portoghese”.

Aveiro ha anche un certo numero di città sorelle comprese le sedi in Tunisia, Giappone e Mozambico, ed è nota per la sua storica produzione di sale e ceramica.

5. Cascais – il paradiso dei surfisti

Conosciuto come il “cuore della riviera portoghese”, Cascais è fantastico se ti piacciono le spiagge dell’Algarve.

Se stai cercando una a tutto tondo, Cascais è la meta ideale per le famiglie. Un tempo villaggio di pescatori, oggi è un luogo popolare per gli e le escursioni nella natura.

Se sei un appassionato surfista, o semplicemente desideroso di provare, vai qui. Sta diventando sempre più popolare come spot per il surf, ma è ancora abbastanza sconosciuto da non combattere per le onde.

4. Braga: perfetto per esplorare chiese e una cattedrale

Braga è la terza città più grande del Portogallo ed è fortemente collegata ai legami storici e spirituali che ancora esistono nel paese.

Il momento clou del calendario di Braga è la Settimana Santa di aprile. Questa relazione elaborata è popolare con persone provenienti da tutto il mondo.

L’atmosfera che si crea è medievale, ricordando ai turisti e alla gente del posto che Braga è ancora il centro ecclesiastico del Portogallo.

Gli eventi principali, che si svolgono nell’arco di quattro giorni consecutivi, si svolgono nella cattedrale romana della città dell’XI secolo

3. Valle del Douro: perfetta per gli amanti del vino

Patria di tutti i vini, la Valle del Douro è stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO dal 2001.

Le valli sono più tranquille durante tutta la stagione, tranne quando avviene la vendemmia autunnale, poi diventa un vivace alveare di proprietari di vigneti e appassionati di vino.

Se vuoi trascorrere le tue vacanze degustando vini mentre osservi viste mozzafiato su acri di vigneti, Douro è la soluzione migliore.

2. Reserva Natural das Berlengas – una gemma esclusiva

A soli 10 km da Peniche, Reserva Natural das Berlengas o l’arcipelago delle Berlengas è una parte in gran parte incontaminata del Portogallo.

Composto da tre isole, Berlengas ospita numerosi tra cui specie in via di estinzione come il Pulcinella di mare. La regione è anche ricca di vita marina, perfetta se sei un appassionato di .

Delle tre isole, solo Berlenga è abitata da persone, molte delle quali risiedono nell’isola per svolgere servizi ritenuti necessari, come il funzionamento del faro.

Se stai cercando il santuario definitivo, Berlenga è quello che fa per te, con solo 350 persone ammesse sull’isola in un dato momento. La visita dell’isola è possibile solo con il traghetto che effettua due corse al giorno tra i mesi di maggio e settembre.

1. Peniche – Il gioiello della corona del Portogallo

Un tempo isola, la geografia ha reso Peniche molto più accessibile ai residenti del Portogallo e ai turisti. Ne abbiamo fatto la nostra raccomandazione numero uno perché racchiude tutta la modernità del Portogallo rendendo omaggio al suo passato.

A solo un’ora di auto da Lisbona, la città costiera di Peniche è famosa per il suo porto storico e le antiche mura. La parte migliore di Peniche rimane nel centro storico dove si trova la rocca sin dal XV secolo. È stato utilizzato dai militari fino agli anni ’70 e da allora ha ospitato rifugiati dalle colonie africane allora indipendenti.

Oggi la fortezza ospita un , che contiene reperti risalenti a quando la fortezza era usata come prigione dall’ex dittatore António de Oliveira Salazar. È anche un breve viaggio in traghetto dalla splendida Berlengas.

Image:Getty Images

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

ultime News

ti potrebbe interessare