L’ascesa dei robot e l’impatto sull’economia di Dubai

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp
L'ascesa dei robot e l'impatto sull'economia di Dubai

**L’ascesa della rivoluzione robotica ha il potenziale aumento della produttività e della crescita economica.**Sulla scia di questo, Dubai ha lanciato un programma di robotica e automazione, guidato dalla Dubai Future Foundation, per far crescere la sua economia futura.

Un’iniziativa che mira a far avanzare il contributo del settore al 9% del PIL entro i prossimi 10 anni.

Il programma è stato annunciato dal principe ereditario di Dubai e presidente del Consiglio esecutivo di Dubai, lo sceicco Hamdan bin Mohammed bin Rashid Al Maktoum. Ha rivelato che la mossa mira a far avanzare l’emirato a diventare una delle prime 10 città nella robotica e nell’automazione a livello globale.

Impatto dell’economia robotica

Khalfan Belhoul l’amministratore delegato di Fondazione Dubai Future afferma che la robotica e l’IA combinate cambieranno il modo in cui ci mobilitiamo. Ha notato che dalle procedure sanitarie e dagli interventi chirurgici al settore dei consumatori e della vendita al dettaglio ci sarà molto coinvolgimento. Ha detto a Euronews: “Possiamo solo immaginare il coinvolgimento della robotica per attingere alla nostra quotidiana quando si tratta della nostra esperienza di vendita al dettaglio. Dall’andare a alla visita dai medici. Quindi probabilmente vedrai di più (robotica avanzata) man mano che avanziamo_._”

Sfide

Gli esperti hanno notato che una maggiore efficienza significa una seria aggiunta all’economia, mentre i rapporti suggeriscono che l’IA potrebbe aggiungere fino a 13 trilioni di all’economia globale entro il 2030.

Commentando l’annuncio, Scott Livermore, capo economista e amministratore delegato di Economics Middle East, ha affermato che sono necessari diversi pilastri per raggiungere questo obiettivo. Ha osservato che se esiste una serie completa di politiche volte a sostenere gli nella privatizzazione e nell’utilizzo e una continuazione delle politiche per attrarre investimenti esteri e talenti stranieri, allora la politica potrebbe essere un successo significativo.

Ha detto a Euronews: “In primo luogo, un piano strategico chiaro a lungo termine. In secondo luogo, significativi investimenti pubblici in ricerca e sviluppo, parchi scientifici aziendali per sviluppare un ecosistema, costruire la giusta infrastruttura educativa e offrire incentivi per convincere le aziende a investire nella tecnologia”.

200.000 robot

Con la robotizzazione si ottengono costi di produzione inferiori, una più ampia varietà di beni e servizi e la creazione di nuovi posti di . Nell’ambito del programma, 200.000 robot verranno impiegati nei prossimi 10 anni nei settori dei servizi, della logistica e dell’industria.

Questo potenziale si sta già riflettendo attraverso una serie di terminali completamente automatizzati in tutto il mondo dal leader della logistica della catena di approvvigionamento, DP World.

Sultan Ahmed Bin Sulayem, Presidente del Gruppo e CEO di DP World e Presidente della Ports, Customs & Free Zone Corporation, ha rivelato che molti dei loro terminal sono ora completamente automatizzati. Ha detto a Euronews: “Questo è il futuro. Dobbiamo muoverci più velocemente. Abbiamo bisogno di spostare più merci e la tecnologia ne è la spina dorsale. Boxpay [for example] ti offre quasi il 100% di efficienza nella gestione dello stoccaggio e della .

Ha aggiunto: “La è la massima priorità nelle industrie dei terminali. Quindi meno persone sono, meglio è per noi”.

La nuova iniziativa si concentrerà sulle cinque aree chiave di produzione e produzione, servizi ai consumatori e turismo, mobilità connessa e logistica, ambienti estremi e assistenza sanitaria.

Immobiliare

Secondo Chris Roberts, Presidente del Consiglio di Singularious e GCEO di Eltizam Group, anche aziende del calibro del settore immobiliare potrebbero significativi vantaggi economici.

Dice: “Quando iniziamo a inserire la tecnologia all’interno di queste risorse, la parte fondamentale è la risorsa consapevole. È allora che l’edificio ti dice dovrebbe essere gestito, come dovrebbe essere presidiato. Quando arrivi alla parte di creare effettivamente una città consapevole, per raggiungere questo obiettivo, ho bisogno di dati, ho bisogno di automazione e dobbiamo essere in un posto diverso da quello in cui siamo in questo momento. L’annuncio di Sua Altezza ci permette di arrivare in quel luogo molto più velocemente”.

Poiché la mossa mira ad adottare e sviluppare le più recenti tecnologie di robotica, potenziare i talenti locali e generare nuove soluzioni innovative, che ci piaccia o no, l’IA e l’automazione sono destinate a far parte della nostra vita quotidiana e la loro prevalenza è destinata solo a crescere.

Image:Getty Images

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

ti potrebbe interessare