Il Portogallo vuole aumentare le tasse aeroportuali: ecco come e quando potrebbe influire sul tuo viaggio

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp
Il Portogallo vuole aumentare le tasse aeroportuali: ecco come e quando potrebbe influire sul tuo viaggio

L’autorità aeroportuale portoghese ha proposto un aumento aeroporto tasse di una dell’11 per cento nel 2023.

Gli oppositori, tra cui Ryanair, hanno criticato la proposta di ANA Aeroportos de Portugal, dicendo che danneggerà il del Paese recupero sforzi.

Se approvato, l’aumento delle tasse potrebbe comportare un aumento dei voli per i passeggeri.

“Non c’è giustificazione per l’eccessivo aumento dei diritti aeroportuali da parte di ANA, soprattutto quando Portogallo si sta ancora riprendendo dalla ”, afferma Elena Cabrera, country manager di Ryanair Portogallo.

La compagnia aerea esorta l’ANA a respingere la proposta e incoraggiare i visitatori con un aeroporto inferiore – una strategia già adottata da AENA in Spagna.

In che modo le tariffe aeroportuali più elevate potrebbero influire sui viaggi in Portogallo?

L’aumento delle tasse aeroportuali potrebbe entrare in vigore da febbraio 2023 e verrebbe addebitato per passeggero. È probabile che questo si rifletta nel biglietto prezzi.

Un aumento dell’11 per cento commissioni si tradurrebbe in un aumento per passeggero di circa 0,35 euro nella regione delle , 0,79 euro a Madeira, 0,81 euro a , 0,80 centesimi di euro a Faro e 1,53 euro a , secondo il quotidiano locale The Portugal News.

Questo si aggiunge ai due aumenti tariffari già attuati da ANA quest’anno, che hanno visto un aumento totale per passeggero di oltre 6 euro, indipendentemente dalla destinazione. Questi sono stati riscossi per migliorare i sistemi di sicurezza, compresi quelli per il controllo Bagaglio.

La nuova tassa è oggetto di consultazione e dovrà essere approvata dall’Autorità nazionale per l’aviazione civile (ANAC) prima di andare avanti.

Il Portogallo è ora aperto ai visitatori

Portogallo aperto a tutti i viaggiatori il 1° luglio, ma la scorsa settimana il Paese ha rimosso un’altra barriera per i viaggiatori. Coloro che risultano positivi al non sono più soggetti all’isolamento obbligatorio nel caso in cui risultino positivi durante il .

Invece, raccomandano a chiunque abbia sintomi di indossare a maschera ed evitare il contatto con persone vulnerabili.

Image:Getty Images

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

ultime News

ti potrebbe interessare