6 domande cruciali sul controllo delle nascite che devi porre al tuo medico senza sentirti timido

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp
metodi contraccettivi

Ci sono vari metodi di controllo delle nascite disponibili sul blocco nel tempo di oggi. Questi sono sempre più utilizzati dalle donne in tutto il mondo. Contrariamente alla credenza popolare, i metodi contraccettivi non vengono utilizzati solo per evitare una gravidanza indesiderata, ma vengono utilizzati anche dalle donne che soffrono di condizioni come la sindrome dell’ovaio policistico (PCOS) per gestire i sintomi e regolare i loro cicli mestruali. Inoltre, alcuni metodi contraccettivi vengono utilizzati anche per prevenire in una certa misura le malattie sessualmente trasmissibili. Se sei confuso sul metodo contraccettivo che dovresti usare o sul perché uno è meglio di un altro, vai da un medico!

Esistono alcune serie comuni di domande frequenti che gli ricevono su come prevenire la gravidanza.

6 domande da porre al medico prima di scegliere un metodo contraccettivo!

1. Quale metodo contraccettivo è più adatto a te?

Con la medica che è progredita enormemente negli ultimi decenni, ci sono molte opzioni per quanto riguarda la contraccezione disponibili sul mercato. Il tuo medico sarà in grado di scegliere il miglior metodo possibile per te dopo aver tenuto conto della tua età, , salute, storia familiare, ecc. per prendere una decisione informata che è più adatta al tuo tipo di corpo.

I metodi di controllo delle nascite non sono universali. per gentile concessione: Shutterstock

2. Dovresti optare per una o non ormonale?

I metodi contraccettivi non ormonali non influiscono in alcun modo sui tuoi ormoni. Questo metodo di solito include vari metodi contraccettivi come l’uso di preservativi, IUD di rame, spermicidi o gel. I metodi ormonali di solito consistono in iniezioni, pillole, anelli vaginali o cerotti cutanei.

Sia la contraccezione ormonale che quella non ormonale hanno i loro pro e contro che devono essere discussi attentamente con il medico. I metodi ormonali di solito limitano le ovaie a rilasciare ovuli per evitare una gravidanza indesiderata.

Leggi anche: Ecco come diversi metodi contraccettivi possono influenzare i tuoi periodi

3. Un esistente avrà un impatto sulla contraccezione?

È necessario discutere in dettaglio con il medico di qualsiasi medicinale che ha assunto regolarmente o in altro modo. Questo è così che non interferisce con la tua contraccezione, né per renderla meno efficace né per produrre effetti collaterali ingiustificati.

4. Dopo quanto tempo puoi vedere gli effetti dopo aver iniziato la contraccezione?

In base al metodo contraccettivo che scegli, il tuo medico sarà in grado di consigliarti adeguatamente sul tempo necessario per i risultati. Ad esempio, in caso di pillole o iniezioni, gli effetti dipenderanno dall’ora esatta durante il ciclo in cui hai iniziato a prenderle. Anche uno IUD ormonale è efficace per sette giorni dopo l’inserimento e non oltre. Dovresti anche conoscere gli effetti collaterali dello IUD per la contraccezione.

Pianifica bene la tua gravidanza
Pianifica la tua gravidanza e interrompi le pillole di conseguenza. Immagine per gentile concessione: Shutterstock

5. Quando dovresti smettere di prendere la pillola anticoncezionale quando pianifichi una gravidanza?

Nel caso in cui tu stia assumendo da tempo le e ora desideri interromperne l’assunzione perché stai pianificando di creare una , è consigliabile consultare il tuo medico in merito allo stesso. Questo perché potrebbe essere possibile che tu stia assumendo pillole anticoncezionali perché i tuoi cicli erano irregolari in primo luogo. In tal caso, il problema potrebbe ripresentarsi una volta che si interrompe l’assunzione di contraccettivi. Solo un medico sarà in grado di basarsi correttamente sulla tua situazione.

6. Un contraccettivo ti proteggerà dalle malattie sessualmente trasmissibili?

Un ginecologo sarà in grado di indicare chiaramente le precauzioni di sicurezza associate alla tua salute quando si tratta di contraccezione. Di solito, i metodi ormonali non possono le malattie sessualmente trasmissibili perché ovviamente non fungono da barriera a qualsiasi infezione o virus che entra nel tuo corpo. Preservativi e UID possono comunque aiutarti a prevenire le malattie sessualmente trasmissibili e le malattie sessualmente trasmissibili poiché impediscono fisicamente a qualsiasi sostanza estranea di entrare nella tua vagina.

L’ultima parola

È meglio studiare attentamente i pro ei contro associati a ciascun metodo di controllo delle nascite in modo che l’implementazione di uno non mostri un impatto negativo sul tuo corpo. Quindi, prima di iniziarne uno, si consiglia di consultare adeguatamente il medico in base al ragionamento per iniziare a utilizzarne uno. Sentiti libero di bombardare il tuo medico con tutte le domande che hai sullo stesso e ricorda che nessuna domanda che fai a un medico è stupida.

Image:Getty Images

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

ti potrebbe interessare