Stigma del ciclo: 5 modi per superare la vergogna per le mestruazioni

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp
stigma del periodo

Le mestruazioni sono un processo completamente naturale e universale, associato alla riproduzione femminile. Ma continua ad essere un argomento tabù nella maggior parte delle sezioni della società indiana. La parola “periodi” è solitamente pronunciata a voce bassa e anni di condizionamento sociale hanno costruito una del silenzio attorno a quello che è un normale processo biologico. Le sono abituate ad acquistare assorbenti neri ricoperti di plastica direttamente dallo scaffale senza avere la possibilità di leggere il materiale o determinare se quel particolare pacchetto di assorbenti soddisfi o meno le loro esigenze. Nel della pubblicità e del marketing, le mestruazioni hanno sempre significato una donna di genere cis in pantaloni bianchi, che conquista il mondo con un liquido blu che gocciola sulle sue strisce di cotone. La o la mancanza di informazioni sulle mestruazioni porta a idee sbagliate, discriminazione e stigma del che impedisce alle ragazze e alle donne di trattarle come una parte normale della loro vita.

Cosa promuove lo stigma intorno alle mestruazioni?

1. Discriminazione

In alcune culture si osservano discriminazioni e vergogna legate al periodo. Le donne sono costrette a dormire in un letto separato o bandite dalla camera da letto durante le mestruazioni. Non possono entrare in né partecipare alle pratiche rituali. Questo tipo di discriminazione può portare a sentimenti di vergogna.

2. Tabù e stigma intorno alla discussione sui periodi

L’inaccettabilità nei confronti del termine e della conversazione è un altro problema. Rifiutarsi di parlare direttamente delle mestruazioni usando parole in codice come “Quell’ora del mese” o “giorni difficili” tende a rafforzare l’idea che discutere di periodi non sia accettabile.

Ci dovrebbe essere una discussione sul periodo a . per gentile concessione: Shutterstock

3. Mancato accesso ai prodotti del periodo

Nel nostro paese, l’igiene mestruale è un problema molto serio. Con oltre 400 milioni di donne mestruate in India, circa l’80% non usa assorbenti, la maggior parte delle ragazze non è a conoscenza del ciclo fino a quando non lo ottiene e molte di loro non dispongono di strutture igienico-sanitarie adeguate, il che porta a un grave deterioramento della salute.

4. Costo dei prodotti del periodo

Un’altra preoccupazione è il costo dei prodotti del periodo. Molte persone, specialmente quelle appartenenti alle sezioni economicamente più deboli, non possono permettersi prodotti per l’igiene mestruale (assorbenti) per affrontare le mestruazioni, quindi optano per rimedi casalinghi come usare ripetutamente i vecchi vestiti.

Leggi anche: 5 regole del ciclo che le donne non dovrebbero mai infrangere

5. Mancanza di conoscenza

Simile ad altri argomenti tabù, la comunicazione mestruale è limitata dalle norme culturali. Le ragazze sono addestrate a tacere sui loro periodi poiché è vietato e discuterne in pubblico è considerato scortese. La vergogna impedisce a una donna di parlare di mestruazioni nonostante sia universale e molto normale e naturale. In effetti, molte ragazze non sanno nulla delle mestruazioni prima del primo ciclo.

Il più delle volte, le donne anziane consigliano alle ragazze di rimanere in silenzio su questo argomento e non sono autorizzate a discuterne con nessuno tranne altre donne anziane che sono vicine a loro. Questo può essere fatto per proteggere le ragazze dall’essere umiliate da ragazzi o uomini che non sono in grado di gestire tali discorsi educatamente a causa delle norme culturali. Tuttavia, questo limita il livello di conoscenza dei periodi sia tra le ragazze mestruate che tra i maschi nella comunità e rafforza un senso di imbarazzo riguardo alle mestruazioni.

L’effetto principale dello stigma legato al periodo

Le ragazze spesso affrontano alcuni problemi legati alle mestruazioni come la perdita di assorbenti, il ciclo mestruale e le prese in giro dei loro amici maschi e di altre persone. L’impossibilità di gestire le mestruazioni in nell’ambiente scolastico ha portato molte ragazze a rimanere a casa durante il ciclo. In India, ogni mese, circa 20 milioni di ragazze si rifiutano di andare a scuola una volta che iniziano le mestruazioni. Ciò contribuisce alla scarsa frequenza scolastica e al rendimento scolastico tra i giovani, il che influisce negativamente sulle loro opportunità educative attuali e future.

stigma del periodo
Tutti dovrebbero avere accesso ai prodotti del periodo. Immagine per gentile concessione: Shutterstock

Come superare la vergogna e lo stigma intorno alle mestruazioni

1.Comunicazione

Simile ad altri argomenti tabù, discutere delle mestruazioni richiede supporto culturale. È necessario porre fine al tabù che lo circonda e riconoscere che il ciclo mestruale è un processo biologico vitale e che non c’è nulla di vergognoso in esso.

Ai giovani di tutti i sessi dovrebbe essere insegnato che le mestruazioni sono un segno di un corpo sano. Quando usiamo un linguaggio specifico per genere per inquadrare le mestruazioni come una questione strettamente femminile, sosteniamo fortemente il pensiero che le mestruazioni siano importanti solo per le donne.

2. Educare tutti

Le persone che non hanno le mestruazioni non dovrebbero essere escluse da questa educazione o da queste conversazioni, ma dovrebbero essere coinvolte piuttosto attivamente nella conversazione sulle mestruazioni. Educare e coinvolgere le persone che non hanno le mestruazioni a capire che le mestruazioni non sono qualcosa di cui essere imbarazzati può ridurre ulteriormente lo stigma e potenziare le persone con le mestruazioni.

Leggi anche: Tua figlia sta per raggiungere la pubertà? Ecco come puoi prepararla per il suo primo ciclo

3. Riconosci la potenza del ciclo mestruale

Le mestruazioni e la salute intima dovrebbero essere discusse in modo aperto per aiutare a rompere il tabù. Questo può essere fatto con amici intimi e familiari, colleghi, estranei o su scala più ampia.

4.Smetti di usare il linguaggio del codice

Dovremmo smettere di usare nomi in codice per periodi come Code Red, Chums, Girl Flu
Smetti di vergognarti di avere il tuo ciclo o chiama quello che è un periodo o una mestruazione.

stigma del periodo
Parlane. Immagine per gentile concessione: Shutterstock

5. I genitori dovrebbero educare i propri figli a casa

Educare i ragazzi alle mestruazioni per creare tra i mestruatori che si tratta di un processo biologico molto normale che si verifica ogni mese. Insegnerà anche ai ragazzi ad essere sensibili e responsabili nelle loro interazioni con le donne mestruate.

Dovresti anche provare ad aumentare l’accesso ai prodotti del periodo poiché questo è il passaggio chiave per rompere lo stigma.

Image:Getty Images

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

ultime News

ti potrebbe interessare