Non ignorare le infezioni postpartum, signore! Un esperto condivide consigli per la cura di sé

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp
infezione dopo la gravidanza

Le infezioni possono essere estremamente scomode e difficili da trattare. Il disagio è più che altro dopo il parto. Dopo il parto, una madre deve già affrontare il disagio e una serie di altre difficoltà. Oltre a questi problemi, avere un’ può essere fondamentale per la loro salute. Se contrai un’infezione dopo la , non ritardare il .

I più alti tassi di mortalità sono stati associati, secondo i Centers for Disease Control and Prevention (CDC), a problemi di cuore e circolazione sanguigna. Tuttavia, le infezioni postpartum, che rappresentano il 13,9% di tutti i decessi correlati alla gravidanza, sono arrivate al secondo posto.

Health Shots ha contattato la dottoressa Asha Hiremath, consulente ostetrica, ginecologa e chirurgo laparoscopico, presso i Motherhood Hospitals, Indiranagar, Bengaluru, per scoprire le possibili cause dietro l’infezione dopo la gravidanza o il parto.

Come trattare un’infezione dopo la gravidanza?

Avere un è una sensazione che non può essere paragonata a nessun’altra gioia. La sensazione di tenere in braccio il tuo neonato è la migliore che tu possa mai provare. Ma il parto può comportare spiacevoli complicazioni come le infezioni postpartum. Conoscere meglio questi sintomi è il modo migliore per affrontarli o prevenirli.

Leggi le cause delle infezioni postpartum

Le infezioni postnatali, che possono essere causate da batteri e altri germi che tipicamente risiedono nella sana, possono avere maggiori probabilità di influenzare il corpo di una donna dopo il parto. Le infezioni postpartum possono manifestarsi con ascessi (foruncoli) nel seno, brividi, febbre, gonfiore del corpo o dolore addominale dopo il parto.

Le condizioni che aumentano le probabilità che una donna sviluppi un’infezione includono quanto segue:

  • travaglio prolungato
  • Un parto cesareo
  • Molti esami cervicali durante il travaglio
  • vaginosi batterica
  • Diabete
  • giovane età
  • stafilococco
  • Rottura prematura delle membrane (PROM)
L’infezione è comune dopo il parto. per gentile concessione: Shutterstock

Segni comuni di infezioni postpartum:

  • Scarico sanguinante o emorragico dalla vagina
  • Cattivo odore vaginale
  • Poco o nessun sanguinamento dopo il parto può essere un problema
  • Aumento o gonfiore dell’utero
  • Dolore al seno su uno o entrambi i lati
  • Nausea e vomito frequenti
  • Avere gambe calde o tenere
  • Problemi respiratori
  • prurito vaginale
  • Avere sintomi simil-influenzali e febbre alta
  • Problema durante la

La prima cosa che dovresti fare se manifesti uno di questi sintomi e non sei sicuro di avere un’infezione postpartum, è contattare il tuo medico. Puoi scoprire se ce l’hai o meno facendoti controllare e sottoponendoti ad alcuni test. E nel caso in cui ti venga diagnosticata un’infezione, il trattamento può essere eseguito di conseguenza. Quando si tratta di infezioni postpartum, non devi preoccuparti troppo perché gli antibiotici di solito possono curarle. Non ignorare i sintomi; tienili d’occhio.

Leggi anche: Bagno postpartum: non dovresti fare il bagno per alcuni giorni dopo il parto?

Cosa dovresti fare se hai un’infezione postpartum?

Prevenire e curare l’infezione è molto importante in quanto un nel trattamento può peggiorare i sintomi. Il dottor Hiremath suggerisce alcuni modi per prevenire tali infezioni. Eccoli:

1. Mantenere un’adeguata pulizia e igiene dopo il parto, soprattutto intorno alla vagina.
2. Bevi molta acqua durante il giorno per rimanere idratato ed eliminare le tossine dal tuo corpo.
3. Lavarsi le mani prima di toccare l’area perineale.
4. Pulisci dalla parte anteriore a quella posteriore dopo essere andato in bagno.
5. Non utilizzare deodoranti, spray o profumi nell’area genitale.
6. Indossare solo biancheria intima di cotone e abiti larghi per mantenere la zona sudata e fresca.

infezione dopo la gravidanza
Pratiche igieniche malsane possono portare a infezioni vaginali. Immagine per gentile concessione: Shutterstock

7. Utilizzare i maxi solo per il sanguinamento postpartum ed evitare l’uso di tamponi in tali casi.
8. Cambiare l’assorbente in tempo perché non cambiare l’assorbente in tempo è una delle principali cause di infezione.
9. Conosci i tuoi sintomi e fattori di rischio e fai del tuo meglio per minimizzare il rischio.
10. Prendi gli antibiotici ma solo quando ti vengono prescritti.
11. Prendi cibi ricchi di ferro e compresse di ferro, poiché l’anemia può causare infezioni.
12. Non fare lavande poiché la tua vagina è un organo autopulente, anche le lavande possono disturbare i livelli naturali di pH.

Devi assicurarti di prenderti cura della tua salute vaginale per evitare l’infezione!

Image:Getty Images

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

ultime News

ti potrebbe interessare