Malattia infiammatoria pelvica: sapere come questa condizione ginecologica influisce sulla fertilità

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp
PID e infertilità

La malattia infiammatoria pelvica, generalmente nota come PID, è una condizione ginecologica comune e mal gestita che colpisce le adolescenti e le giovani donne adulte.

Secondo il Center for Disease Control (CDC), la PID acuta è attribuita all’aumento di microrganismi dalla vagina e dall’endocervice all’endometrio, alle tube di Falloppio e alle strutture contigue.

Il PID primario è l’ascesa di organismi nell’utero e nelle tube di Falloppio attraverso la cervice.

“Come esperto di , il mio obiettivo è identificare le persone a rischio e trattarle adeguatamente per evitare gravidanze ectopiche e infertilità. Inoltre, identificare le persone a del fattore tubarico e curarle per ottenere una gravidanza”, afferma Arockia Virgin Fernando, specialista in , ginecologo, consulente per la fertilità e la fecondazione in vitro, Cloudnine Group of Hospitals, Bengaluru (HRBR).

Più del 30 percento delle donne che si avvicinano alle cliniche di fecondazione in vitro hanno infertilità del fattore tubarico a di una precedente PID, secondo l’esperto. Suggerisce che rivolgersi al medico al momento giusto sia la cosa essenziale per affrontare questa malattia.

Facci sapere alcuni aspetti importanti del PID.

L’infertilità può essere il risultato di una malattia infiammatoria pelvica. per gentile concessione: Shutterstock

Impatto della malattia infiammatoria pelvica

1. Le aderenze infiammatorie croniche sterili sono reazioni residue comuni, che influenzano la funzione della tuba di Falloppio, portando a infertilità e ad alto rischio di gravidanza extrauterina poiché le tube di Falloppio non riescono a spingere l’embrione nell’utero.

2. Circa il 25% delle donne con un episodio di PID può averne uno ripetuto.

3. Poche donne incontrano dolore pelvico cronico, mestruazioni dolorose e rapporti dolorosi.

Fattori di rischio che portano alla malattia infiammatoria pelvica

* attività sessuali
*Giovane età
* Dispositivo contraccettivo intrauterino
* precedente di PID
* Strumentazione uterina per qualsiasi procedura
* La PID spontanea si verifica principalmente nelle donne sessualmente attive.
* Gli organismi più comuni che causano le infezioni sono la gonorrea e la clamidia. La diagnosi può essere fatta solo da un alto indice di sospetto; i test di laboratorio non sono molto di conferma.

dolore addominale
Il dolore addominale è un indicatore. Immagine per gentile concessione: Shutterstock

Sintomi clinici comuni di PID

*Dolore addominale inferiore
* Abbondanti verdastre e schiumose con o senza secrezione.
* Infezioni urinarie ricorrenti
*Pochissime donne presentano sintomi gravi.
* La PID subclinica può anche causare problemi in seguito.

Diagnosi per PID

* Biopsia endometriale
* cervicale e vaginale
*Laparoscopia
* Bacino ad ultrasuoni
* Coltura delle urine

per la malattia infiammatoria pelvica

* Almeno tre cicli di antibiotici
* Trattare entrambi i partner.
* Gli uomini non trattati con infezioni da gonorrea uretrale sono un’importante fonte di .
* L’obiettivo principale della terapia è prevenire l’infertilità e la gravidanza extrauterina.

Image:Getty Images

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

ultime News

ti potrebbe interessare